LA CORRUZIONE

LA CORRUZIONE

1c82fe88Non si può pensare che i corrotti preparino il proprio funerale, specie se è politico..

Ma i non corrotti no! In qualsiasi settore si trovino ad operare, non possono cedere! Altrimenti alimentano la diffusa idea che tanto siamo tutti uguali. Ma se ciò non è, e non è, lo devono far vedere senza se e senza ma, prima di tutto la varie classi dirigenti.

Su di una partita di questo genere (diritti fondamentali, giustizia, codici) la politica o vince o, se perde, va a casa a fronte alta e si prepara al prossimo confronto elettorale da posizioni che la gente capisce ed apprezza. Anche questo è rinnovamento.

Se è vero che la politica è l’arte del possibile, non tutto però è possibile e non su tutto ci si deve sfiancare  in patteggiamenti e compromessi  che rischiano di essere, prima di tutto, un’offesa all’intelligenza della gente comune.

Un conto è il perdono di un certo tipo per i credenti e di un certo tipo per i non credenti, un conto è la solidarietà di chi, singolarmente o in forma associata, si spende per essere vicino a chi ha sbagliato affinché se ne ravveda e rimedi.

Un altro conto invece è l’inciucio, la tiepidezza, l’ambiguità, e quant’altro ancora che può permettere  ancora ai furbi ed ai disonesti di farla franca, beffandosi di tutti gli altri.

 

Annunci

6 Risposte

  1. siamo un paese dove la politica è sinonimo di corruzione, difficile ripristinare la fiducia…gli onesti non fanno fatica a restare tali, lo sono sempre stati – s’indignano e si amareggiano per il pessimo esempio che dall’alto ci viene dato – ciao

    1. E’ verissimo. Gli onesti restano tali, perché lo sono per natura, ma credo che la loro giusta indignazione contro i corruttori sia elevata, perché nel mantenere la loro onestà possono rimetterci anche contratti importanti. Noi non conosciamo fino in fondo queste realtà, forse il prezzo dell’onestà, nella società della corruzione come quella di oggi, è molto alto.
      Ciao Loretta, un abbraccio.

  2. Per i non corrotti è questa l’ora di prendere il coraggio a piene mani.

    1. Ho voluto porre l’accento sui “non corrotti” perché fortunatamente ce ne sono e sono quelli che mantengono alto il livello di credibilità di questo paese. Ma vorrei che si ribellassero a questa dilagante corruzione, e denunciassero i corrotti, a tutti i livelli.
      Ciao Nou, un abbraccio

  3. Come volete che possano cambiare le cose, se le leggi le fanno la maggioranza dei corrotti? Gli onesti saranno sempre in minoranza e, schiacciati dalla potenza e dalla prepotenza, dovranno soccombere.
    Solo una possibilità potrà salvarci: che cambi questa legge elettorale dandoci la possibilità di mettere le persone giuste al posto giusto. Fare nuove leggi con pene adeguate contro la corruzione, l’evasione fiscale e qualsiasi altro reato, perché nessuno deve essere fuori dalle regole del codice penale e la legge deve essere uguale per TUTTI. Ridimensionare così questo sperpero di soldi pubblici a persone che non meritano neanche di stare in politica. Finché questo non avverrà, sarà sempre una guerra persa.
    Ciao Speradisole.

    1. Mi auguro che quella dei non corrotti non sia una guerra persa. Ma la corruzione ha radici profonde e lontane nel tempo. Tuttavia ai livelli di oggi non ci siamo mai arrivati. La lezione della corruzione ci viene dall’alto, da chi ha conquistato il potere tramite la corruzione. Se si legge la storia della tv privata italiana si scoprono corruzioni a tutti i livelli, per avere leggi a proprio favore. E la cosa continua. Le concessioni delle frequenze televisive, per esempio, sono state date in regalo, siamo un paese che si può permettere questi doni?
      E se un corrotto e corruttore è a capo del governo per 20 anni quasi di seguito e si è fatto le leggi per non andare in galera, ha avvelenato il paese e non dobbiamo meravigliarci se tanti altri l’hanno seguito e restano impuniti.
      Ma dobbiamo fare affidamento sugli onesti, su coloro che non vendono se stessi per i soldi, su quelli che credono che l’onestà sia un bene da coltivare, per mantenere la dignità e la credibilità nel paese e nel mondo.
      Parole necessarie per tentare di porre fine a questo putridume maialoso che ci perseguita.
      Ciao Antonio, grazie e un forte abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: