MOMENTI DI GLORIA

MOMENTI DI GLORIA

Sallusti si sente e si atteggia ad eroe, si vede che ci gode come un riccio, ma non è un eroe, è solo un direttore improvvido di un giornale che ha pubblicato un articolo contenente falsità. Un articolo neppure scritto da lui. Personalmente non ho mai avuto  stima per questo giornalista, anzi, ho provato un forte fastidio a vederlo fin dai tempi in cui legò la sua fama al colore turchese di un paio di calzini di un giudice. Da allora è stato un crescendo e non c’è trasmissione televisiva in cui non compaia il suo cadaverico e funereo viso con iella incorporata.

Tutti indignati, politici, giornalisti, commentatori e opinionisti,  per la condanna definitiva di Sallusti, attuale direttore de “Il Giornale”, per aver pubblicato un articolo su “Libero” di cui allora era il direttore, sotto uno pseudonimo Dreyfus,   in cui si diffamava la magistratura per aver dato ad una ragazzina tredicenne incinta e alla madre naturalmente, il permesso di prendere una decisione in merito all’aborto, in totale autonomia.

L’articolo, difficile da trovare, nonostante il continuo parlare attorno alla questione, lo potete leggere qui. http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/getPDFarticolo.asp?currentArticle=DHQW1

La prosa è maleodorante e vergognosa, un insieme di mistica ultracattolica e retorica fascista. Ma già il titolo sa di falsità: Il giudice ordina l’aborto. Non è vero, il giudice non ha ordinato un bel niente, ma ha lasciato piena autonomia alla madre e alla bambina tredicenne di decidere per l’aborto oppure no.

Lascio a chi vuole leggere capire quante falsità vengono dette in questo articolo e da qui anche capire le motivazioni della magistratura sulla condanna di Sallusti.

Si viene poi a sapere che a scrivere questo articolo non è stato Sallusti, ma il famoso agente segreto “Betulla alias Renato Farina, giornalista radiato dall’Albo, per aver fatto la spia.  Al povero Sallusti hanno tolto la terra da sotto i piedi. Non è stato lui a scrivere quelle fandonie. Tuttavia non meraviglia che il vero autore dell’articolo, l’agente betulla,  abbia atteso cinque anni e la condanna definitiva di Sallusti prima di dire la verità.

Che personaggio è uno che aspetta che un altro venga condannato al posto suo? Radiato dall’Albo dei giornalisti continua a scrivere falsità,  e un direttore di giornale che dovrebbe vigilare su che cosa scrivono i suoi “collaboratori” preferisce trastullarsi fra le varie trasmissioni televisive e pubblicare sul giornale da lui diretto, degli articoli scritti da ex giornalisti radiati dall’albo dei professionisti.

Sappiamo comunque che l’agente betulla ha fatto la sua carriera, è diventato deputato del Pdl ed un bel mensile corredato poi da relativa pensione, non glielo leva nessuno, e ciò nonostante gli è rimasta la voglia di inventare falsità e travisare la realtà delle cose.

Due personaggi del nostro tempo, uno diventato famoso per l’odio verso il colore turchese dei calzini di un magistrato, l’altro per essere uno spione e contemporaneamente fregiarsi del titolo di giornalista. Due facce della stessa medaglia.

Convengo che non si debba mandare in prigione chi esprime una propria opinione, c’è libertà di pensiero e di parola, lo dice l’articolo 21 della Costituzione, ma fra esprimere una opinione e avvallare e propinare falsità c’è una bella differenza. E chi si sente offeso per quelle falsità deve poter difendersi senza creare degli eroi di “opinioni” diverse.

Una punizione per Sallusti ci sarebbe: niente galera, ci godrebbe troppo, è sufficiente impedirgli di andare nelle trasmissioni televisive e costringerlo ad indossare per una settimana almeno, un paio di calzini turchesi.

Annunci

14 Risposte

  1. Era da un po’ che lo vedevo un pelino più mansueto e mi chiedevo quale fosse la causa del leggerissimo miglioramento? E’ un manipolatore dell’informazione, un pessimo giornalista…come tanti suoi colleghi. Come punizione andrebbe bene il costringerli a fare altri mestieri.
    Un caro saluto
    Nou

    1. Più che altro vuole darsi delle arie da personaggio importante, un opinionista di valore eccelso della cui illuminata retorica la tv non poteva fare a meno e allora assume un atteggiamento più idoneo, un tantino meno supponente, ma è sempre lui, insopportabile e scocciante. Chissà se per un po’ ce lo siamo tolti di torno.
      Ciao Nou un grande abbraccio

  2. Ci sono dei giornalisti non molto obbiettivi e corretti dei quali a scrivere qualcosa su di loro mi da un profondo malessere fisico, che nemmeno mi sfiora l’idea di prenderli minimamente in considerazione dando loro qualsiasi risalto.

    1. Sì è vero, sarebbe bene non prenderli in considerazione e neppure dar loro importanza, ma non potremmo più seguire nessuna trasmissione in cui si parla un po’ di cosa succede in questo paese, nel governo, nei partiti, nella destra, nella sinistra, nel Monti bis, e così via. Siamo impestati di questi opinionisti e tuttologi della notizia. E guarda caso tengono sempre per l’ex cavaliere. Che vogliano andare al parlamento come Farina? Certo è che se rimane questa legge elettorale, la telefonata diretta dell’ex cav arriva di sicuro.
      Ciao Sileno, un abbraccio

  3. Punizione? Chiuso in una stanza vuota da qualsiasi suppellettile, per non avere distrazioni, ma insieme alla Santanchè. Sono certo che gli crescerebbero barba e capelli!
    Ciao.

    1. Sallusti in prigione sarebbe una catastrofe anche per i detenuti. Secondo me si stanno già ribellando al pensiero di dover condividere una stretta cameretta con costui. Ma ci sarà l’amnistia, o il perdono o la grazia e così tutti vissero felici e contenti.
      Ciao Antonio, un abbraccio.

  4. Stavo leggendo proprio adesso su rai new 24 che faranno la corsa alla camera per il caso sallusti,ma non ci sono cose più importanti da fare.
    Ciao spera a presto Lidia.

    1. Oh! sì, cose importanti da fare ci sarebbero, ma sai come lavorano quelle persone lì, stanno sedute, e discutono di quello che capita, e tutto serve pur di non fare riforme utili a noi, e pensare al bene del paese.
      Anche Sallusti, anche Fiorito, anche Penati, anche Formigoni, anche il presidenzialismo, anche Ruby e compagnia bella servono solo per
      blaterare.
      Ciao Lidia, un abbraccio.

  5. Che personaggio è uno che aspetta che un altro venga condannato al posto suo?
    è uno che ha imparato dai partigiani, che facevano gli attentati contro i tedeschi durante la ww2 e poi lasciavano che i cattivissimi tedeschi si sfogassero sulla gente comune che non c’entrava niente…..

    1. Credo che lei parli per sentito dire. E credo anche che lei non sappia nulla dei partigiani e non abbia la minima idea di cosa sia stata la ww2.

  6. Dolente Leibenoc, ma non intendo continuare su questo argomento. Ne abbiamo parlato abbastanza ed ognuno resta delle proprie idee.

  7. Ok, comunque il film se lo guardi, è molto illuminante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: