ANCORA ARROGANZA

ANCORA ARROGANZA

Lunedì prossimo, 23 luglio,  parte la trattativa sul rinnovo del contratto nazionale dei metalmeccanici. Ma Federmeccanica ha convocato solo Fim, Uilm, Ugl e Fismic.

Il segretario generale Fiom Maurizio Landini, ci informa che la Fiom è stata convocata per il giorno dopo, e chiama in causa direttamente il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, perché Federmeccanica, escludendo dal tavolo contrattuale la Fiom, fa una scelta discriminatoria che viola gli accordi del 28 giugno 2011, sottoscritti da Confindustria, accordi che prevedono, appunto, la convocazione di tutte le organizzazioni sindacali con più del 5% di rappresentanza.

Inoltre, spiega Landini, la “piattaforma” di Federmeccanica è sul modello Fiat (minimi contrattuali flessibili, primi giorni di malattia non pagati, aumento dello straordinario), sembra quasi un modo per fare rientrare la Fiat in Confindustria. Squinzi aveva parlato di coesione sociale, per questo la Fiom lunedì protesterà in tutta Italia con scioperi e presidi sotto le sedi di Confindustria.

Sulla stessa posizione è anche la Cgil che parla di una scelta “incomprensibile ed inaccettabile” e ricorda come la Fiom si è ampiamente spesa per indicare, in un nuovo contratto unitario nazionale, la via per superare le divisioni del passato.

La risposta di Federmeccanica non si è fatta attendere. «Nessuna discriminazione, alla Fiom avevamo chiesto di condividere l’oggetto della trattativa, ma ha rifiutato». E l’oggetto della trattativa è il modello Fiat.

In altre parole, se non accetti questo modello, sei fuori da ogni trattativa. Ma che ci vanno a fare i rappresentanti delle altre sigle? A bere un caffè?

Annunci

6 Risposte

  1. La tua ultima domanda: “Cosa ci vanno a fare i rappresentanti delle altre sigle? Abere un caffé?”.
    Risposta: Diceva un politico di lunga vita e lunga carriera che pensare male è peccato, ma spesso ci si azzecca, allora bevendo il caffè è possibile che vadano a riscuotere un piccolo presente.
    Buon fine settimana

    1. E sì, a pensare male spesso ci si azzecca. Non ho mai visto sindacalisti così sdraiati sulle posizioni padronali come Bonanni e Angeletti (quello che fa da eco a Bonanni) (soprattutto quando c’era Sacconi). E adesso, dopo qualche piccolo siparietto per dire che esistono ancora, rieccoli da capo, si è presentata l’occasione giusta. Vanno a intascare.
      Ciao Sileno, un abbraccio

  2. Ho l’impressione che gli altri due vogliono tenere un piede in due staffe.
    Aspettano: e secondo come tira il vento girano la faccia.
    Ciao speradisole un abbraccio Lidia.

    1. Metterebbero i piedi in mille staffe se ne avessero la possibilità. Se si fa il sindacalista si deve valutare il problema dalla parte dei lavoratori o no?
      Ma forse sono solo opportunisti, praticano lo sport del momento.
      Ciao Lidia, un abbraccio.

  3. Fa tutto parte di un grande progetto per schiavizzare il cittadino. Marx..dove sei?

    1. Marx, è stato messo nel cassetto da un pezzo da questi personaggi. Anzi dubito che sappiano chi sia. Magari lo confondono con una marca di caramelle.
      Ciao Pattume, un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: