ALESSANDRO DE NICOLA, 17 ANNI

ALESSANDRO DE NICOLA, 17 ANNI

I fatti politici che accadono in questo paese sono velocissimi, ogni giorno abbiamo qualcosa di nuovo su cui discutere, assemblee di partito, congressi, riunioni, si susseguono in continuazione per cui non abbiamo la possibilità di soffermarci su alcune cose che ci sembrano interessanti.

Ho seguito la recente Assemblea nazionale del Pd, partito che sostengo da quando è caduto il secondo governo Prodi. Prima non avevo alcuna tessera di partito, ora ne ho una e mi piace. Perciò seguo questo partito come si seguono tutte le cose che si amano. Si gioisce e si soffre, ma ci si sta dentro.

Nell’ultima assemblea nazionale, un ragazzo di 17 anni, Alessandro De Nicola, il più giovane segretario di circolo, ha preso la parola. Non ha detto grandi cose, ma ha spiegato la sua passione per questo partito, nata, da quando aveva tredici anni,  subito dopo la caduta del secondo governo Prodi, “Se qualcuno mi dovesse chiedere che cosa sia il Pd, io gli risponderei che è innanzitutto un partito senza padroni”, ha detto. Parole che mi sono piaciute moltissimo.  Ed è così. Il Pd è un partito senza padroni. Nel panorama italiano di oggi è l’unico partito in questa condizione.

Non lo è il Pdl, che senza Berlusconi, va incontro allo sfinimento. Non lo è il M5S che senza il Grillo che grida, è totalmente afono e privo di forze. Non lo è l’Idv, che senza Di Pietro è come un bolla vuota. Non lo è l’Udc di Casini che senza quest’ultimo non apparirebbe neppure in Tv. Non lo è la Lega, che senza Bossi striscia a livelli di consenso appena appena visibili, come Storace della destra, o il Fli di Fini o l’Api di Rutelli e, mi duole dirlo, non lo è neppure Sel, che senza un poeta e sognatore come Vendola, non avrebbe seguito.

Ringrazio questo ragazzo che viene da Camerata Picena, in provincia di Ancona. Lo ringrazio perché ha cominciato ad  amare questo partito alle feste dell’Unità, come me, ha conosciuto la gente del Pd, quella che sta sul campo, quella che ogni giorno combatte e lavora per questo partito. Ce ne sono di ragazzi come Alessandro ed in questi sta la nostra speranza nel futuro.

Annunci

2 Risposte

  1. Vedrai che è solo l’inizio,altri giovani si accoderanno,perchè sono stanchi di una politica con il comandante i quali sono tutti Schettino fanno affondare la nave e vorrebbere buttare a mare anche gli altri.
    Ciao spera a presto Lidia.

    1. E’ quello che mi auguro, ma è anche quello che vedo, frequentando sia le Feste dell’Unità che i circoli. Non ci sono solo anziani nostalgici, ma giovani che tra l’altro sono attivi e bravi.
      Lo Schettino non lo vorrano mai.
      Ciao Lidia, un grande abbreaccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: