IL CODICE A BARRE PER LE PIANTE

IL CODICE A BARRE PER LE PIANTE

Inizia dai pomodori il progetto German Barcode of Life, coordinato dal Museo di Scienza naturali di Bonn, per dotare di un codice a barre tutti gli esseri viventi. Si parte dalle piante; i biologi tedeschi ne stanno censendo circa cinquemila specie.

Lo scopo è sostituire i vecchi nomi in latino inventati da Linneo e identificare ogni organismo vivente in pochi minuti, con lettori come quelli del supermercato, a partire dai segmenti del Dna che lo rendono unico.

Vuol dire togliere poesia e incanto alle piante. E’ come mettere un codice a barre sulle Opere d’Arte.

Un codice a barre non dice niente, è freddo e distante, insipido e privo di romanticismo.

Per esempio questa è una Poeonia officinalis Linneo (Peonia selvatica) ha un nome pomposo e bello come il fiore. Se si visita un Giardino Botanico è bello leggere come si chiamano le piante col loro nome latino, la nostra lingua madre.

Vedere una targhetta  con il codice a barre, non ci dice niente, a meno che non abbiamo un lettore come quelli del supermercato. Il nome latino ci lascia l’incanto come un’opera d’arte.

Annunci

6 Risposte

  1. Quanto tempo ci vorrà per ritrovarci tutti col codice a barre stampato sulla schiena, anche la Stella di David era un codice a barre molto rudimentale.

    1. Chissà il mondo diventa sempre meno umano. Capisco la razionalità tedesca, ma credo che se il latino fosse stata la loro limgua madre, non avrebbero proposto una cosa del genere. Speriamo che si limitino agli ortaggi.
      Ciao Sileno, un abbraccio.

  2. PS: hai visto che per solidarietà abbiamo avuto anche noi il nostro 4,5.
    Ciao Spera

    1. Sì, ho visto e ti ho pensato. Ho l’impressione che tutto il paese si stia ribellando a qualcosa che gli abbiamo fatto.
      Qui da me oggi hanno abbattuto una ciminiera del 1600. Si era resa pericolante dopo il terremoto che si è verificato al largo di Ravenna, ma forse aveva già subito danni dalle prime scosse.
      Era un il punto di riferimento, peccato.
      Ciao.
      P.S. Nessun danno li da te, spero.

  3. Secondo me, si sono ispirati alla compravendita dei parlamentari cui abbiamo assistito fino a non molto tempo fa e hanno deciso di mettere un codice a barre anche per le piante, visto che gli esseri umani ce l’hanno già.
    Che tristezza…
    Carissima Speradisole, vorrà dire che ci regaleremo un rarissimo e splendido esemplare di 4200006200, di tonalità 42533, tendente al 4522. 😀
    Un abbraccio e a presto. 😉

    1. Già, e se, quando riceviamo un bel fiore che non conosciamo, perchè poco comune e non abbiamo il lettore tipo quello del supermercato, come facciamo a capire se il nostro ammiratore è geloso, innamorato o ci manda a quel paese?
      Hai ragione, che tristezza ridurre tutto a numeri.
      Grazie carissima, un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: