DUE UOVA NEL PANIERE

DUE UOVA NEL PANIERE

Il governo tecnico ha fatto due uova.
1) La riforma delle pensioni. Le persone saranno collocate “a riposo” verso i 70 anni di età, così hanno una buona probabilità di morire più o meno entro 10 anni. Non ci saranno più pensione troppo lunghe nel tempo.

2) La riforma del lavoro. I lavoratori possono essere licenziati per motivi economici e non più reintegrati. Dietro la scusa dei motivi economici si possono nascondere in realtà motivi soggettivi, disciplinari, e  quant’altro. Praticamente si apre un portone per i licenziamenti arbitrari. Una nuova formula per allontanare dal lavoro i più vecchi ed i più costosi, quelli che danno fastidio perché non stanno zitti e quelli che in tasca non hanno le tessere giuste.

Come conseguenza i precari saranno coloro che ora hanno dai 50 anni in su e dovranno aspettare altri 20 anni senza prendere niente, prima di ricevere la pensione. Bingo!!!!!!!!!

Qui torna utile una sgradevolissima barzelletta su Hitler che aveva risolto il problema del lavoro mandando 6 milioni di persone in guerra ed occupandone altri 6 milioni a fabbricare cannoni. C’è chi ha osservato, a questo proposito, che comunque altri 6 milioni, in questo caso di ebrei, li ha gasificati, praticamente licenziati ed uccisi e quindi ha  “creato” altri 6 milioni di posti di lavoro disponibili per i tedeschi.

Annunci

6 Risposte

  1. L’amico della nipotina minorenne di Mubarak in una decina di anni, blandendo i ladri ed i corrotti, nonché i creduloni era riuscito a succhiare tutte le risorse del Paese ben coadiuvato dai suoi amichetti, poi è arrivata un po’ di aria nuova e nuove parole d’ordine: Rigore, Sviluppo. Equità e Sobrietà.
    Il rigore si è visto subito, ma per equità, forse intendevamo cose diverse, forse per i banchieri equità significa spremere al massimo, quanto a sviluppo, lo vedo difficile da realizzare se veniamo spremuti come limoni in tasse, accise e tariffe, dove trova i soldi per acquistare ed incentivare lo sviluppo la gente?
    Infine l’arroganza sull’articolo 18 ci fa capire che questo è un governo di destra e sfrutta il momento per fare politiche di destra mettendo sotto il ricatto del licenziamento tutti i lavoratori, così il capitale può assumere senza problemi quando l’economia tira e licenziare appena c’è aria di crisi, è irrilevante se decine di migliaia di famiglie si ritrovano dalla sera alla mattina sul lastrico.
    Sono molto deluso.dopo aver riposto tanta speranza

    1. Anch’io sono molto delusa, avevo creduto in qualcosa di meglio, ma ora vedo che proprio non ci siamo. Continua la politica di destra, le scelte di destra e l’obbedienza al cainano.
      Non so se Napolitano è contento del frutto che ha tirato fuori dal peniere, ho l’impressione che anche lui non sia poi così soddisfatto, cerca di parlare al largo, ma credo che abbia un po’ di gatta da pelare anche lui.
      Questa sera ho sentito la Fornero e non mi è piaciuta la sua arroganza: “Se quello che stiamo facendo non vi va bene, mandateci a casa”.
      O prendere o lasciare, Credono che governare significhi imporre ad ogni costo.
      Forse Monti vuol fare vedere all’Europa che è il puù bravo, che fa riforme ancora più gravose di quelle che ci sono state chieste. Forse si è abituato agli elogi del mondo intero, ma farebbe bene a toccare con i piedi per terra anche lui.
      Non so come si metterà la partita, so solo che se Bersani cede, non avrà più la faccia di andare dai lavoratori a chiedere il loro voto.
      Dovrà pensarci bene ed essere capace di dire no, quando è tempo di non accettare schiacciamenti del genere.
      La situazione è brutta e pericolosa, la destra torna a mettere fuori le corna e a caricare a testa bassa. Hanno trovato il toro giusto.
      Ciao Sileno, un abbraccio.

  2. Ieri serala Fornero ha detto che non sono stati messi lì per dare caramelle,altrimenti le avrebbe date l’altro governo, ma per fare le riforme Quali?Portare alla esasperazione le famiglie.Nello sfondo dell’immagina è apparsa una signora con su scritta nella maglietta “Fornero al cimitero”la gente si stà incazzando ed io la vedo molto male.
    Ciao speradisole un abbraccio Lidia.
    PS.Hai visto Raffaele ha lasciato un commento,molto bello.

    1. Parla col tono della professoressa. Non è vero che questo governo sia stato chiamato per fare cose sgradevoli, ma cose utili, E mi pare che quello che stanno facendo non sia utile, ma pericoloso per i lavoratori.
      Dicono che tutti debbono rinunciare a qualcosa per il bene del paese, strano che sia sempre la Cgil quella che deve rinunciare.
      Non mi piace per niente la piega che ha preso questo governo tecnico, governo che più politico di così non poteva essere.
      Ciao Lidia, un abbraccio.

  3. 1) La riforma delle pensioni: non riesco a capire. Chi cessa di lavorare deve avere indietro quel che ha messo da parte negli anni di lavoro. STOP. E’ un concetto talmente facile che guardo con sospetto tutti i se e i ma delle ultime proposte: sono solo un modo per complicare le cose, per ingarbugliarle (e poi restiamo incastrati sempre noi…)

    2) Hai ragione in pieno. I datori di lavoro che volessero licenziare un lavoratore, indiscriminatamente, non dovrebbero fare nient’altro che sfondare un portone aperto.

    Ciao a presto spera!

    1. La complicazione della riforma delle pensioni sta nell’età alla quale si può ricevere indietro quello che si è pagato. I poliziotti di quasi settant’anni che debbono correre dietro ai ladri, svelti e giovani, fanno un po’ ridere, ma riassumono bene l’idea.
      Per quanto riguarda i licenziamenti, nulla toglie che il datore di lavoro per togliersi qualcuno dalle scatole per sempre, sapendo che al massimo paga qualche mese di buona uscita, licenzierà per motivi economici. La falla è enorme ed il pericolo grandissimo.
      E’ il sistema americano.
      Ciao Ippaso, un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: