IN CASA D’ALTRI, IN ALTO A SINISTRA

IN CASA D’ALTRI, IN ALTO A SINISTRA

bandiererosseGuardando in alto a sinistra si scorgono le ragnatele dei ragni, ciascuno chiuso nel proprio buco, in attesa della mosca che vola.

Troviamo:

Partito della Rifondazione Comunista RC (Paolo Ferrero)

Partito dei Comunisti Italiani PCI (Oliviero Diliberto)

Socialismo 2000 (Cesare Salvi)

Sinistra Ecologia Libertà  SEL ( Nichi Vendola)

Federazione dei Verdi (Angelo Bonelli)

Partito Comunista dei Lavoratori PCdL  (Marco Ferrando)

Sinistra Critica  SC (Luigi Malabarba,  Franco Turigliatto, Salvatore, Calabrò,  Lidia Cirillo)

Partito di Alternativa Comunista PdAC , (già PC = Progetto Comunista + ROL = Rifondare l’Opposizione dei Lavoratorii) (Francesco Ricci, Fabiana Stefanoni)

Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista  PCIML (Domenico Savio e Gennaro Savio)

Partito Marxista-Leninista Italiano PMLI (?)

Comitati di Appoggio alla Resistenza per il Comunismo CARC (?)

Partito Comunista Internazionalista  PCInt  (Onorato Damen,  Mario Acquaviva)

Lotta Comunista  LC (Arrigo Cervetto, Lorenzo Parodi)

Più divisi di così non si può. Si vorrebbe l’unità a sinistra? Utopia solo pensarlo.

Da questa parte quindi nessun  pericolo per la destra. Può dormire tranquilla per sempre.

Ma dovendo fare un’alleanza ci si può fidare di una sinistra del genere?

Annunci

25 Risposte

    1. Semplice e chiaro, Bene Sileno.
      Ciao Un abbraccio.

  1. Alla colite fa male il minestrone.
    Ciao speradisole un abbraccio Lidia.

    1. Bella metafora Lidia. Cerchiamo in futuro di non fare minestroni, ne abbiamo avuto uno che solo con la caparbietà di Prodi è durato quasi 2 anni. Se avessimo potuto concludere la legislatura, Berlusconi & C avrebbero ballato il bunga bunga diversamente.
      Ciao carissima, un abbraccio.

  2. Assolutamente SI’.

    Anche perche’, fra la lista che hai stilato, SEL e’ attestata al 7%, mentre la somma di tutti gli altri messi assieme non arriva al 5.

    E dato che ci siamo, informo i lettori dell’universo esistente a destra:

    Lega Nord
    Liga Veneta
    Veneto autonomo
    Pdl
    Partito dei pensionati
    Lega caccia e pesca
    Fiama tricolore
    Casa Pound (che ha esplicitamente dichiarato di essere un partito politico che correra’ da solo alle prossime consultazioni romane)
    Veneto Skinheads
    Militia
    La Destra
    Partito Repubblicano
    Nuovo PSI
    I Responsabili (o come ostia si chiamano questa settimana)

    Mi fermo qui, che sono gia’ uno piu’ dei sopracitati, ma potrei metterne un’altra buona decina.

    Ciao
    Zac

    1. Credo di no, non ci si può fidare.
      Innanzitutto stanno chiusi nei loro buchi e aspettano che sia Bersani (inteso come PD) che vada in giro dalla loro parti a fare la mosca. Bersani non lo farà mai. La carte bisogna leggerle dalla parte giusta, sono loro che debbono uscire dalla tane se desiderano far parte del parlamento e scegliere se stare o no con PD.
      Poi perché alcuni personaggi, tipo Ferrando, Turigliatto, Malabarba, Calabrò li abbiamo conosciuti bene al tempo di Prodi e non hanno dato prova né di senso dello Stato né di fedeltà, ma di assoluta incoscienza ed incompetenza politica. Non credo che nel frattempo siano rinsaviti di molto. La politica vera deve tener conto di molte variabili al proprio interno ed è fatta anche di compromessi, per il bene comune.
      Un discorso a parte merita Sel e Vendola, il quale ha manifestato sì la sua contrarietà, ad allontanarsi dal PD, ma condivide non molto del programma del PD e siamo da capo a 12. Anche Vendola dovrebbe fare una scelta chiara.
      Avrai notato che ho lasciato fuori di proposito l’Idv, che non ritengo essere un partito di sinistra. Ma che sta a sinistra perché antiberlusconiano.
      Comunque mettendo insieme anche tutte le percentuali possibili, con una sinistra messa in questo modo e con questi atteggiamenti non si vince. Per questo ritengo che questa sinistra così com’è messa, sia inaffidabile.
      Mi dispiace Zac non essere d’accordo con te, ritengo che i tempi siano molto cambiati e che la nostalgia, pur essendo un bellissimo sentimento non ci porti lontano, ma faccia restare al governo questa destra becera.
      Per cambiare dobbiamo cambiare anche noi, e ragionare in termini di furìturo e non con la testa rivolta ad un passato, bello, forse, ma per ora inservibile.
      Debbono restare patrimonio della nostra parte politica le idee fondamentali della società quelle della solidarietà e della giustizia sociale, ma dobbiamo trovare il modo di non lasciarci ghetizzare in un angolo.
      E’ difficile fare politica in questo campo, dove non ci sono sponde, ma ho l’impressione che continuare a fare i duri e puri, come li chiamo io, restiamo sempre col cerino acceso in mano.
      Ciao Zac, un abbraccio.

      Reply ↓

  3. Quanto tempo ci vorrà per far ragionare in senso orario stì partiti.
    Ciao Speradisole 🙂

    1. Una destra ed una sinistra extraparlamentare ci sono sempre state ed è bene che ci siano, ma una eccessiva frammentazione è del tutto inutile.
      Forse gireranno in senso orario se si cambiano le teste.
      Ciao Nou, un abbraccio.

  4. Riferito alla metafora di cui sopra….. cos’altro è il PD se non un minestrone?
    E non vorrei scendere nei dettagli, la colite già mi sta prendendo, solo a nominarne il nome.
    Saluti da un vecchio idealista che rimpiange una sinistra che non esiste più.

    1. Vedi Guido io sono convinta che la sinistra non vincerà mai se non cambia seriamente e se non lascia certe nostalgie dello scorso secolo. Se vogliamo davvero cambiare questo paese e far cessare l’egemonia della destra, dobbiamo tuffarci in quel minestrone che ti fa venire la colite.
      Altrimenti lasciamo Berlusconi ed i suoi egemoni per sempre al governo.
      Per me è meglio tentare di cambiare piuttosto che morire sotto la destra.
      Ricambio il saluto Guido. Ciao.

  5. Non conosco nei dettagli la situazione della sinistra ma so che è ben più frammentata della destra, sia dal punto di vista della quantità che dei numeri. Una considerazione esprimo: da una parte la presenza di molti micro partiti è un toccasana per qualsiasi democrazia ma talvolta non rende gestibili le cose (Prodi docet). Quando, come a destra, la situazione è divisa in una sorta di oligopolio per me la situazione è perfetta perché nessuno avrebbe da lamentarsi. Primo perché chi vota quei micro-partiti non può dire di non sentirsi rappresentato. In secondo luogo perché gli altri partiti che contano non potrebbero pentirsi di quei voti andati ai micropartiti perché probabilmente mai sarebbero andati nella direzione dei grandi partiti. Penso alla Lega, ad esempio, che magari perde lo 0,1 % dei voti che vanno alla Liga Veneta o altri movimenti indipendentisti ma non credo che si arrabbieranno! Lo stesso può accadere col Pdl e gli altri partiti dell’estrema destra! Nessuno se ne fa niente 0,1% dei voti e probabilmente in nessuna maniera quello 0,1% andrebbe ai grandi partiti. La maggior parte dei partiti che hai elencato sono di matrice comunista, siamo sicuri che anche solo lo 0,1% di quei voti persi sarebbe andato al Pd?Non credo e comunque non se ne farebbe nulla. Quindi è bene che vadano a qualche partito (come incoraggiamento) piuttosto che vadano a finire nel mucchio di schede nulle, bianche o astenuti.

    Ciao

    Tommaso

    1. Sono d’accordo con te quando dici che è meglio che quei voti vadano anche a partiti piccoli perchè così almeno si esprime una scelta, non si fa del qualunquismo. Mi sta bene, mi dipiace però che tanti partitini spezzettino uno stesso pensiero.
      Sono andata a vedere un po’ i contenuti, ma non ho trovato una grande differenza fra l’uno e l’altro, mi è sembrata una lezione di filosofia e basta. Marxista, Leninista, Trotskista, ognuno si definisce così, ma per me sono tutti nello stesso calderone e non vedo la differenza. Sarò superficiale, ma è come dire sono Aristotelico, sono Platonico, posso capire la dissertazione filosofica, ma farne dei partiti un po’ meno. Comunque anche loro, nel loro piccolo, ricevono rimborsi elettorali, e siccome sono cattiva, penso che lo scopo di tanta divisione, più che ideologica sia proprio in termine di qualche soldo da dividersi.
      Sommando però le varie piccole percentuali, si arriva a percentuali importanti che possono segnare la vittoria di una parte politica.
      Tutti questi messi insieme arrivano al 5% (ho tolto Sinistra e Libertà che viaggia da sola attorno al 7% ) Ebbene un 5% potrebbe essere utile per arrivare al 51% e governare. Non è cosa da poco. Ma credo che a questi qui interessi poco governare, roba troppo impegnativa.
      Ciao Tommaso, un abbraccio..

      1. Ti posso dire per certo che alcuni partiti della sinistra vengono fondati perché i capipartito sono un po’ come dire…litigiosi. All’interno della sinistra estrema si litiga spesso, si hanno idee non sempre omogenee e questo porta a nuovi partiti. Prima o poi esauriranno anche i nomi secondo a me! Penso al fatto che dopo Tangentopoli il PCI si sia diviso in due partiti, poi da un partito è uscito Rizzo e ne ha fondato uno suo, e poi non ho più seguito perché mi sono stancato perché intanto era la solita solfa!
        Ciao

  6. Cervetto, Arrigo Cervetto!

    1. Grazie Gi.Gi.
      E’ vero ho scritto Cervetti al posto di Cervetto. Provvedo subito alla correzione.
      Grazie prezioso amico. Ciao.

      1. Di nulla. Capita!

  7. Un discrimine importante a “Sinistra” è l’Internazionalismo Proletario, al quale fanno riferimento tanto il PCinternazionalista che Lotta Comunista. Gli altri, con sfumature diverse, fanno parte della Sinistra italiana.

  8. Vedo che te ne intendi molto di questa parte politica. Io penso e credo di essere di sinistra da sempre, ma sento di essere ignorante di fronte a queste questioni.
    Se ho capito bene da quello che hai scritto sia il PCInt che Lotta Comunista sarebbero o farebbero parte dell’Internazionalismo Proletario e non sarebbero dei veri partiti italiani.di sinistra.
    Alora non mi spiego neppure la loro utilità, qui, in Italia, sarebbe come se io dicessi che faccio parte, come idea, del Partito democratico americano, Non vado da nessuna parte.
    Ma temo di non essere all’altezza per sostenere questo argomento, se invece tu, ne avessi voglia di chiarire di più, mi faresti un favore.
    Grazie di cuore, ciao.

  9. Credo che l’Internazionalismo Proletario abbia un panorama più vasto dei recinti nazionali. Del resto parlare di interessi nazionali, oggi, in una fase di aggregazione continentale in Europa, mi sembra limitativo e relativo. L’interesse nazionale viene subordinato all’interesse generale (parlando d’Europa) dagli stessi Stati nazionali disposti a cedere quote di sovranità nazionale, per mantenere concorrenziali i grandi agglomerati industriali e finanziari nel confronto con gli altri gruppi mondiali, appartenenti a Stati di stazza superiore a quella dei singoli Stati del vecchio continente. Anche i partiti nazionali adeguano i loro compiti che sono di difesa relativa degli interessi nazionali. Quando , come nel caso di Italia , Spagna e Grecia , i partiti si dimostrano incapaci di tale adeguamento, intervengono, di forza, le autorità economiche sovranazionali ad imporre i governi che meglio rappresentano questi interessi. E il caso delle elezioni anticipate in Spagna e Grecia ed il governo tecnico in Italia. Sul PCInt. e Lotta Comunista o solo affermato che hanno una visione internazionalista della politica come altri gruppi e partiti sparsi un po ovunque nel mondo. Lotta Comunista , mi risulta, si sia data anche una struttura più ampia di quella nazionale, con Circoli Operai in Spagna, Francia, Grecia, Russia, Brasile. Ha anche , oltre alle edizioni in italiano, edizioni in 7 o 8 lingue. Essendo un partito classista.guarda agli interessi internazionali della classe che rappresenta e che oggi raggiunge quota 2.000.000.000 nel mondo. Parlo dei lavoratori salariati che secondo LC hanno interessi uguali in qualsiasi parte del mondo. Questa è la visione Internazionalista. Informarsi su cosa sia la sinistra italiana e cosa sia la sinistra internazionalista è molto semplice. Basta dare uno sguardo su internet.

  10. Scusami per le sgrammaticature , ho scritto di getto senza ricontrollare.

    1. Sei scusato mille volte. Qui da me si è spontanei ed è un piacere se ci si sente spesso.
      Ciao, un abbraccio.

  11. Sinistra???
    Dopo ventanni di dura lotta antiberlusconiana ora Bersani il Piccolo è alleato di governo con la tribù dei Bunga-Bunga!!!!
    Vendola presiede una regione che con la Lombardia è in testa alla classifica della corruzione politica.
    Di Pietro (sinistra poliziesca…) è al governo ed all’opposizione sia dello stato che della sinrassi.
    L’allegra combricola appoggia il governo dei professori banchieri nel taglio delle pensioni ed ora via libera ai licenziamenti!!!
    Avanti tutta, del resto il trasformismo è il carattere specifico della politica borghese italiana quelli ex fedeli a Mosca ora seguaci di Bruxelles, i democristiani dapertutto, i socialisti con gli ex ex ex fascisti.
    E poi pefino quelli della Lega sono più furbi dei genii alla D’Alema, al governo per 18 anni ed ora oplà all’oopposizione a difesa ( a parole ) di pensioni stato sociale ecc. ecc.
    I grandi dirigenti della sinistra, neanche alla bocciofila li vorrebbero:
    Ma che bella compagnia.
    PS: un saluto particolare al club dei tesorieri.

    1. Le faccio una domanda. Davanti ad un burrone dove sa di cadere, le bendano gli occhi e poi le dicono di fare un passo avanti, Lei che farebbe? Si volta indietro e chiede una mano a “chiunque” possa aiutarla in quella difficile situazione.
      Il paese era messo così, e credo che Bersani, che lei chiama il Piccolo, sia stato invece molto ma molto grande ed abbia espresso responsanbilità e senso della realtà
      Di fronte ad una elezione politica che poteva segnare una vittoria del Pd, ha preferito il bene del paese e farlo uscire sia dal discredito internazionale in cui era precipitato che dalla situazione economica che ci avrebbe portato al fallimento.
      Cerchiamo di ragionare in termini positivi, ed il post era in questo senso, alla sinistra ci sono tanti partiti e partitini che vivacchiano e non combinano niente per il bene del paese, perchè non si mettono una mano sulla coscienza e fanno una scelta comune per salvare l’Italia?
      La Lega? Un movimento opportunista completamente fallito. Sta bene nel giardino di casa sua. E’ andata bene Roma ladrona finchè c’era da mangiare. Ma responsabilità zero. E così Di Pietro, responsabilità zero. La sinistra della sinistra: responsabilità zero.
      Che ce ne facciamo di tutti questi irresponsabili che manteniamo?
      Ciao red, un abbraccio

  12. Bruxelles decide e Monti esegue.
    Con Berlusconi tuoni e fulmini le stesse cose moltiplicate dal governo dei Professori Banchieri vengono osannate, a me pare che ci sia qualche problema.
    Ma anche fra i fedeli che sensazione si prova dopo il mancato arrivo del secondo 25 aprile. Niente liberazione!!
    Parallelo col 1943: il gran consiglio del fascismo sfiducia Mussolini ed il re lo fa incarcerare. Subito dopo si forma il governo Badoglio, De gasperi, Nenni e Togliatti che dichiara “la guerra continua”, dobbiamo salvare la patria….
    La foto che campeggiava sui quotidiani di stamane a commento dell’accordo fra la maggioranza sull’art. 18 e sulla giustizia da senso alla cosa i tre porcellini seduti più o meno allegri ed il Lupo in piedi che li tiene d’occhio.
    Prima (trenta o quaranta anni fa ) “non moriremo demoscrisstiani, più recentemente “non moriremo berlusconiani” ed ora, sintesi delle sintesi, vivremo coi democristiani e coi berlusconiani.
    Se questo è ragionare in termini positivi Vi annuncio che sono felicemente accasato con tanti asinelli che alle prossime elezioni (2012, 2013, 2014 ecc. ecc.) resteranno nei loro praticelli a brucare la fresca erbetta, riflettendo su quanto Tancredi dichiara al Principe Fabrizio Salina: “Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi”.

  13. Carissimo red, mi dispiace che tu abbassi le armi e ti arrenda. Non è disinteressandosi del problema che migliora la questione.
    Nella storia c’è sempre un’epoca da passare, quella mussoliniana, quella democristiana, quella craxiana, quella berlusconiana e adesso quella del governo tecnico che dà le mazzate.
    Ma dobbiamno chiederci come mai abbiamo bisogno di un governo tecnico?
    Chi abbiamo avuto negli ultimi dieci anni che ci ha portato a questo punto? E da chi è stato votato? Nentemeno che dalla maggioranza degli italiani!
    Tuttavia iI tempi non sono gli stessi, ogni volta la situazione è diversa, e diverse sono anche le nostre personali situazioni.
    Nel dopoguerra c’era la fame. nell’epoca democristiana c’è stato un boom di benessere, che ha consentito a molti, di studiare, di migliorare il proprio tenore di vita, ora ci siamo abituati bene, con tante cose utili e meno utili attorno e vorremmo mantenerle.
    Abbiamo vissuto e stiamo ancora vivendo tempi di libertà che nemmeno se li sognavano i nostri nonni.
    Se ora dobbiamo risalire un burrone perchè un governo incosciente per anni ci ha trascinato dentro, lo dobbiamo fare con la forza ed il coraggio che ci vuole anche a costo di perdere consensi. E come curare un dente cariato, lo si deve trapanare. Si sente male, forse, ma poi il dente viene curato. Se ci lasciamo la carie, il dente muore.
    Quello che anch’io non riesco a tollerare è che a fare i sacrifici siano sempre gli stessi. Dovebbero andare a prendere i soldi da chi ce li ha, invece i ricconi, la grandi proprietà sembrano intoccabili. E poi se queste ricchezze sono state accumulate con l’evasione, derubando tutti noi, la cosa diventa ancora più iintollerabile..
    Ciao red, un abbraccio.
    ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: