LA RICONOSCENZA

LA RICONOSCENZA

Il nostro è un paese straordinario! La generosità delle persone la si ritrova nei momenti più difficili, quando ce n’è più bisogno E purtroppo le occasioni non mancano. Lo si è visto a Genova, e  più recentemente nella bufera di neve che ha sepolto gran parte della mia Regione.

L’atteggiamento solidale che si scopre in questa occasioni, ci mostra un paese migliore di quello che in genere si crede, lontano dagli stereotipi con cui viene dipinto all’estero.  Ebbene proprio per questo ci meriteremmo una classe dirigente (politica o non politica) più adeguata.

Non solo gente pagata con “stipendi” da favola, ma gente che sia in grado di rappresentare con capacità, dedizione ed altrettanta generosità il cuore pulsante del paese, quel cuore che è fatto di gente come questa.

Un esempio? Eccolo

Scrive il Prof Mario Pianesi, membro del comitato scientifico Dess – Unesco.

Sento il “dovere” di ringraziare un giovane agente della Polizia di Stato, i cui componenti sono quotidianamente, e con sacrificio, al servizio della popolazione, a volte rischiando la propria vita per il bene di tutti.  In questo caso, lascio immaginare cosa significhi per un quasi settantenne che si trova fermo da più di un’ora, a causa di una bufera di neve e ghiaccio, lungo l’autostrada A 14 bloccata in ogni senso di marcia (bloccata anche l’uscita di Fano). Con l’aumentare della neve aumentava anche il nervosismo delle persone, nell’incognita di quello che  sarebbe potuto succedere. Decidevo di mettere le catene, malgrado avessi i pneumatici antineve, aprire il contenitore con le mani gelate era già un’impresa. A questo punto sentirsi dire  «lasci, signore, faccio io» era un aiuto veramente insperato. L’agente della polizia stradale (ho scoperto poi che si chiama Alessandro Lombardi), con molta dedizione ed entusiasmo è riuscito a sistemare le catene . poi, per rassicurarci ulteriormente. Con la sua pattuglia, ci ha portato fiori dalla bufera, permettendoci di arrivare a destinazione, all’Università di Pavia.( Prof Mario Pianesi, membro del comitato scientifico Dess – Unesco)

Mi unisco anch’io a questo ringraziamento, non solo alla Polizia di Stato, ma a tutti coloro che generosamente sono al nostro servizio, con stipendi molto, ma molto inferiori ai loro grandi capi.

Annunci

6 Risposte

  1. Fortunatamente non c’è solo l’Italia delle ” cricche” e dell’arroganza, ma anche un’Italia umile e coscienziosa e al servizio del Paese e questo fa sperare.

    1. E sì. C’è gente che fa bene il suo dovere e non solo. Ed è questa gente che fa di questo paese un paese straordinario.
      Ciao Sileno, un abbraccio.

    1. Sileno è Sileno. Gentile e sensibile amico.
      Ciao.

  2. Quel carabiniere è da encomio,ma la solidarietà non dovrebbe esserci solo quando succedono le catastrofi ma sempre,a cominciare dai capi di quel carabiniere e ridursi lo stipendio.
    Anche questa è solidarietà.
    Ciao speradisole un abbraccio Lidia.

    1. Pare che ci pensi questo governo a diminuire quegli stipendi pazzeschi, di cui
      non si sapeva niente. Ma chi stabilisce che una persona deve essere pagata tanto?
      Comunque la solidarietà a volte la si scopre anche molto vicino, basterebbe anche che noi stessi fossimo un po’ più generosi e meno diffidenti. verso gli altri. La gentilezza e la cortesia, oltre alla btavura hanno aperto parecchie porte.
      Ciao Lidia, un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: