BASTA CHIMERE

BASTA CHIMERE

Giuseppe Ossorio

Il 23 febbraio 2012 si è dimesso da deputato l’onorevole Luigi Nicolais, già ministro del governo Prodi, deputato del Pd, perché ha accettato di assumere l’incarico di presidente del CNR. Poiché non vuole doppi incarichi, anche se non sarebbero incompatibili, ha preferito rinunciare al ruolo di parlamentare ed assumere, a tempo pieno,  l’alta e prestigiosa carica di Presidente del Centro Nazionale di Ricerca.

Al posto di Nicolais, è subentrato Giuseppe Ossorio,  il nome nella lista immediatamente seguente quello di Nicolais, ed il primo tra i non eletti. 

Al momento della nuova nomina a parlamentare di Ossorio, tutti i deputati dell’Idv hanno espresso un parere negativo,  anche con parole molto forti, definendolo un indegno.  Le parole esatte sono state: « la storia politica di chi subentra non nobilita questo Parlamento, non ha i titoli».

Sono stati immediatamente (ed anche sgarbatamente) zittiti da Lupi che in quel momento presiedeva l’assemblea, perché non era il posto giusto per discutere della faccenda visto che era stato nominato. Punto.

Il fatto mi ha incuriosito e sono andata a vedere sul curriculum di Ossorio che cosa poteva esserci di disonorevole. Qualcosa di antipatico c’è.

La sua storia politica dice che prima era un Repubblicano democratico, poi è passato all’Idv e poi all’Ulivo per contribuire alla fondazione del partito democratico. Storia possibile, ma non scandalosa.

Nelle ultime elezioni politiche è risultato il primo dei non eletti della lista del Pd e le dimissioni di Luigi Nicolais gli hanno spalancato le porte del parlamento, proprio il 23 febbraio u.s.

Nel frattempo, però,  l’Ossorio è diventato consigliere di destra nel consiglio comunale  di Napoli. Fa opposizione alla sinistra e al sindaco De Magistris.

Coerente con quest’ultima scelta, appena è entrato in parlamento, anziché sedersi nei banchi del PD, si è seduto accanto a quelli del Pdl. E così un’altra palla impazzita si è seduta in quel grande oceano di ben pagati che è il parlamento italiano, una di quelle palle  che si fa eleggere in una lista, poi si va a sedere e a dare man forte ad un’altra lista. Come Scilipoti.

Questa legge elettorale porcata è da cambiare, dobbiamo finire di portare in parlamento personaggi del genere che pur di emergere in qualche modo diventano chimere, non si sa più quale parte del corpo sia la testa.

Se, per malaugurata sorte, si dovesse andare alle elezioni politiche, nel 2013, con questa legge elettorale, suggerisco al segretario del Pd, Pierluigi Bersani, di fare l’esame del DNA ad ogni personaggio che mette in lista. Se risulta che il gene del Pd e quello dell’onestà sono presenti bene, altrimenti fuori. Di chimere  ne abbiamo già troppe.

Annunci

8 Risposte

  1. Dopo aver letto il tuo commento al post di ieri, pensavo alla birra che ieri sera avevo bevuto in buona compagnia, compagni e gradevolissime compagne, poi ho letto il post odierno e la birra mi è andata di traverso e non si tratta solo della legge porcata,. ma pure di coloro che certi personaggi li mettono in lista, ma possibile che ci siamo omologati anche noi al peggio, se penso al prezzo altissimo che tanti dei nostri hanno pagato per darci un futuro di libertà e oggi ci ritroviamo nelle nostre file questi “onorevoli”… non ho più parole, se questi sono onrevoli tutti coloro che a prezzo di grandi sacrifici consentono al Paese di andare avanti, nonostante l’opera devastatrice della casta, che titolo onorifico dovrebbero avere?
    Buon fine settimana Spera e domani brindo alla tua salute e alla salute di Lidia con una buona birra

    1. Al tempo della fondazione del Pd, questo Ossorio è stato anche coerente abbastanza, era dei repubblicani democratici e con quel partito si unì all’allora Ulivo. Poi sciolto l’Ulivo si è cercato di fare un nuovo partito e molti hanno collaborato, tra cui anche Ossorio. Quello che meraviglia è che, in corso d’opera, si cambi completamente bandiera e si arrivi ad appoggiare un’altra lista, completamente contraria.
      Adesso che c’è la “grande maggioranza” un voto in più o uno in meno non fa una grande differenza, ma è lo schiaffo al Pd, lo sgarbo di questa persona che ha urtato in modo particolare.
      Io spero sinceramente che la legge elettorale cambi, Potremo eleggere le persone che desideriamo e se non si comportano come vorremmo, possiamo anche andargli a sputare in faccia.
      Adesso non è possibile, c’è una lista e le persone non si conoscono fino in fondo.
      Più di una volta l’Idv è rimasto fregato, ed anche noi. Non deve più continuare una storia simile.
      Ciao Sileno, un abbraccio

  2. Grazie Sileno,io posso brindare alla tua salute solo con acqua la birra e il vino non mi piacciono.
    Credo di aver capito che abiti nel bellunese,io sono stata solo a Cortina a vedere le cime di Lavaredo “meravigliose”.
    Ho scritto un pensiero proprio pensando a te e alle tue montagne,la Marmolada e altre che si trovano prima del Fedaia.
    Non sarà un gran che,ma sono ricordi indimenticabili.
    Ciao Sileno a presto Lidia.
    Spera mi sono fatta un pò di pubblicità ma penso che non ti dispiaccia.
    Ciao un abbraccio Lidia.

    1. Perdonata alla grande. Ciao carissima

  3. Ma tornando alle cose molto serie e inquietanti,Bersani non deve fare solo il dna ma rx tac rm e come dicevamo ieri le prime donne sono sono sempre presenti,cambiano partito nello stasso modo in cui cambiano cravatta e noi paghiamo.
    E per quanto riguarda la legge elettorale cosa aspetta il governo,che arriviamo a votare quando oramai è troppo tardi?
    Ciao Speradisole a presto e buona domenica.

    1. Questo governo non è molto interessato alla modifica di certe leggi, tipo quella elettorale, perchè non riguardano l’economia. Lo farebbe se il Parlamento avesse la voglia di presentare una buona legge, avesse la forza di discutere e se la maggio parte dei parlamentari fosse d’accordo.
      Ma mi sa che conviene a tutti, tenere la porcata, fuorché a coloro che votano, ai cittadini che si vedono defraudati di un diritto: scegliere i propri candidati.
      Solo la cattiveria di un Calderoli poteva pensare ad una porcata del genere.
      Ciao Lidia, un abbraccio.

  4. A parte le inesattezze riportate nell’articolo, tipo che Ossorio e’ consigliere comunale di destra, vi invito ad analizzare meglio la situazione campana degli ultimi anni, dove il PD e’ risultato un disastro assoluto, senza parlare degli ex bassoliniani, pessimi durante il declino dello stesso Bassolino, peggiori dopo, quando si sono presentati con un loro candidato contro De Magistris ed hanno straperso! Ossorio ha una storia politica, appartiene a quella vecchia guardia repubblicana di studiosi e cultori delle tematiche economiche e sociali di cui Compagna fu maestro (gente diversa da Scillipoti). L’apparentamento dei Repubblicani Democratici con l’ IDV del 2006 fu una parentesi politica che si concluse per incomprensioni con alcuni colonnelli locali di Di Pietro, il quale, nonostante le dichiarazioni fatte in occasione del ritorno alla Camera, ha salutato personalmente con affetto lo stesso Ossorio. Infine, attualmente lo stesso ha aderito al Gruppo Misto e quindi non e’ nel PDL, nel PD e nel IDV. Lo so che e’ facile fare di tutta un’erba un fascio…ma non e’ sempre come sembra! Un caro saluto e speriamo che si cambi questa legge!

    1. Grazie delle precisazioni. Sono molto utili e necessaria per chiarire bene le cose.
      Ho assistito all’addio di Nicolais ed all’ingresso di Ossorio ed ho visto che non si è seduto sui banchi del PD, bensì subentrasse ad un Pd uscenrte.
      Pensavo si trattasse di Pdl e invece fa parte de gruppo misto, ma forse cambia poco, non è del PD
      Purtroppo la situazione del comune di Napoli e della Regione Campana in questi utltimi tempi, prima di De Mgistris, è stata un vero disastro. Non difendo certo né Bassolino né il PD campano, solo mi è sembrato strano che un signore chiamato a far parte del parlamento in quanto iscritto in una lista ben precisa, si vada a sedere lontano dai componenti della lista che l’ha sostenuto.
      Mi è sembrata una chimera con difficoltà di sapere dove fosse la testa, il cuore, della persona.
      Ciao Francesco, grazie ancora e vedo che sei molto attento, mi compiaccio.
      Io sono un po’ approssimativa, lo ammetto, pemdo molto dalla parte del PD.
      Ciao, un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: