PER SAN VALENTINO, LA MELA DELL’AMORE

PER SAN VALENTINO, LA MELA DELL’AMORE

A noi, italiani, le mele piacciono. Ne mangiamo una ventina di chili a testa all’anno. È un frutto che si trova tutto l’anno, ma sono l’autunno e l’inverno le stagioni giuste per cogliere appieno i molteplici pregi di questi frutti.

La mela è unanimemente considerata molto salutare e tra i suoi più convinti estimatori c’è anche il medico, nonostante lo stracitato detto popolare lo vorrebbe levato di torno addentando una mela  al giorno.

Anzi due al giorno.

Stando alle risultanze del programma europeo di ricerca Isafruit, finalizzato a migliorare la qualità e il consumo delle specie frutticole, soprattutto nell’intento di accrescere il benessere delle persone,  mangiare un paio di mele al giorno permette di abbassare il livello di colesterolo LDL, grazie alla presenza nel frutto di fibre  solubili (pectine) e non solubili (lignina e cellulosa), le quali intensificano il metabolismo biliare deputato all’eliminazione della pericolosa sostanza

In una mela da un etto e mezzo circa ci sono:

128 g di acqua; 3 g di fibre; 16-19 g di carboidrati; 0,3 g di proteine; 0,1 g si grassi; 150 mg di sali minerali; 6-8 mg di vitamina C. In tutto 70 calorie.

1)      Sazia, ma non fa ingrassare. La polpa è ricca di pectine, fibre solubili che si addensano e trattengono acqua, creando un gel che rallenta l’assorbimento di zuccheri (fruttosio e glucosio), carboidrati e grassi.

2)      Le pectine, con la lignina e la cellulosa della buccia, regolano le funzioni dell’intestino mettendo al riparo da coliti e diarree.

3)      L’azione modulatrice delle fibre e il fatto che più della metà degli zuccheri sia costituita da fruttosio, rende la mela adatta ai diabetici, agli obesi, a chi ha il colesterolo alto.

4)      Un regolare consumo di mele aiuterebbe a prevenire il cancro. Secondo un’indagine dell’Università olandese di Utrecht, abbatterebbe del 50% il rischio di ammalarsi di asma.

Ma  c’è di più. La ricerca europea ha evidenziato che l’enzima glutatione perossidasi, contenuto nella mela, stimola l’attività dei suoi antiossidanti, dalla vitamina C ai polifenoli, i quali potenziano le difese organiche dell’organismo e rallentano l’invecchiamento dei tessuti, in particolare della pelle. L’effetto si ha col frutto intero e non con i succhi o gli estratti.

Per evitare l’allarme lanciato da oltreoceano dall’organizzazione Ewg-Environmental working group di Washington per la dose di pesticidi chimici che potrebbe annidarsi nel frutto, soprattutto nella buccia, trasformando  la salutare mela in una replica di quella donata a Biancaneve dall’invidiosa Grimilde, il consiglio è acquistare le varietà prodotte in Italia.

Le nostre mele sono sottoposte a controlli molto severi. Vengono disincentivati gli impieghi di sostanze chimiche a favore di rimedi naturali o ne viene limitato l’impiego entro una certa data prima della raccolta.

Oggi ho scelto una mela davvero straordinaria

Mele Pink Lady

La PINK LADY la mela dell’amore, da mangiare con la buccia.

Una quindicina d’anni fa, un produttore offrì a sua moglie per San Valentino un bouquet di fiori decorato dal suo fiorista con una mela Pink Lady e la frase «da sgranocchiare in due con amore». Sua moglie trovò la cosa divertente e incantevole. Era nata la tematica amorosa  della mela Pink Lady, simbolo di seduzione.

Pink Lady :

  • è prima di tutto eleganza : con la sua colorazione rosa e la buccia perfetta è bella, anche da mordere!
  • è anche sensualità : le sue curve affascinanti, il suo profumo e la sua polpa delicata e succosa la rendono la mela più glamour.
  • infine è piacere : la sua croccantezza e i suoi aromi sottili di fragola di bosco, vaniglia, litchi e rosa, le conferiscono qualità gustative straordinarie! L’equilibrio. Il mix ideale tra lo zuccherino e l’acidulo

Per  continuare a conoscere questa straordinaria mela: http://www.mela-pinklady.com/mele/mela.html

Logo mela Pink Lady

Purtroppo non tutti i supermercati la vendono. Ma basta cercare nei mercatini rionali,  si trova anche questa varietà, spesso (se il venditore non se ne intende) viene confusa con la Royal Gala e la Fuji, molto buone anche queste, ma la Pink Lady ha qualcosa in più. è la mela da regalare per il giorno di San Valentino. Il logo per riconoscerla.

 
Annunci

8 Risposte

  1. Per san Valentino ho regalato all’altra parte del mio cielo una stampa del tuo post, lei è già una consumatrice di mele, ma non conosceva nel dettaglio le tante proprietà benefiche.
    Ho forti perplessità sulle mele di produzione Val di Non, in trentino sembra che le norme sui pesticidi siano quelle provinciali e non quelle nazionali se sei interessata contattami.
    Buon San Valentino ( con mele di produzione emiliana)

    1. Come vedi anche qualche buon consiglio salutare non fa male. la mela è sana, dietetica e non ingrassa.
      Peccato se le norme nazionali sui pesticidi non sono rispettate, perchè sono norme che lo Stato ha recepito, da direttive europee. Se in Trentino si avvalgono di norme provinciali credo siano fuori legge. Comunque ti contatterò, appena possibile.
      Ciao Sileno, un a bbracckio..

  2. Non conosco questo tipo di mela,ma la cercherò.Quando vado a comprarle ne compro tante perchè il mio consumo è alto.
    Dove le prendo è un agricoltore che è stato premiato nel lontano 74 perchè si batteva contro i pesticidi.La frutta e la verdura le vende all’ingrosso ma anche al dettaglio,gli chiederò anche della PINK LADY.
    Ciao spera un abbraccio e un buon San Valentino Lidia.

    1. A me piace molto, ma non la trovo spesso. E’ molto croccante, quindi poco farinosa e a me piacciono così.
      Comunque se hai un agricoltore di cui ti fidi ti consiglio di continuare col tuo solito fornitore. Ma se trovi la Pink Lady, la puoi assaggiare così per curiosità.
      Ciao Lidia, un abbraccio.

  3. Faccio un discreto consumo di mele e frutta in generale.Trovo la Pink Lady e la alterno con le altre qualità. Anche lemele cotte al forno sono deliziose.

    Ciao Speradisole, Buon San Valentino.

    1. Brava, la frutta è un gran dono della natura e bisogna approfittarne. Mi raccomando meglio se di stagione.
      Le mele cotte al forno sono una delizia, profumano la casa, ma che ne dici della torta di mele?
      Ciao carissima, un abbraccio.

  4. mmhhh, e se restiamo sul classico…tanti cioccolatini…dolcissimi e buonissimi e ci tenaimo le mele per il resto dell’anno? sarò fuori moda ma, golosa rimango! ciao, corro a scartare un bacio…

    1. No la mia non è moda è solo un modo diverso per donare alla compagna o al compagno della vita qalche cosa di buono e meno “ingrassante” specie se è a dieta.
      Ciao Loretta, un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: