Archivi del giorno: 17 luglio 2011

ABBIAMO BISOGNO DI “IRRESPONSABILI”


ABBIAMO BISOGNO DI “IRRESPONSABILI”

Tutti i giornali e media possibili hanno sottolineato il “prolungato silenzio”, durato circa una settimana,  di Berlusconi, arroccato a Palazzo, senza proferire parola. Dice che è scivolato nel bagno!

Si sostiene che ha taciuto per il grande senso di responsabilità che ha, perché con quello che i magistrati gli hanno fatto, avrebbe potuto straparlare e danneggiare l’immagine del paese.

L’immagine del paese se n’è già andata a Caronte da un pezzo, rappresentata da un così fido responsabile, corrotto, corruttore e persino porcone. Noi abbiamo capito che L’Italia e anche l’Europa e persino l’America, ne hanno piene le scatole di una simile malata leadership..

Che cosa poi “gli hanno fatto” i magistrati italiani.

Hanno detto che è colpevole, che ha sottratto, illegalmente, corrompendo un giudice, un patrimonio che era di un  altro, e gli hanno imposto di pagare una sostanziosa multa, per questo reato.

Già grasso che cola se non l’hanno messo in prigione, cosa che in altri paesi fanno normalmente, se beccano uno nelle stesse condizioni.

Non c’è parola più strapazzata della parola “responsabilità” di questi tempi.

Sono responsabili i responsabili che tengono su questo governicchio.

Sono responsabili i 315 che credono alla nipote di Mubarak.

E’ responsabile Berlusconi perché sta zitto.

E’ responsabile Tremonti perché “non mette le mani nelle tasche degli italiani”, ma le mette abbondantemente di traverso, facendolo fare agli enti locali.  

E’ responsabile la Lega, un partito che ha fatto dell’egoismo la sua bandiera e che governa da 15 anni,  a doubleface. Ha due dritti, uno da mostrare ai padani ed uno da mostrare a Roma.

E’ diventata responsabile anche l’opposizione quando ha dato retta a Napolitano, ed ha votato in fretta e furia una legge finanziaria, che più obbrobriosa di così non poteva essere.

Checché ne dica Tremonti, questo paese non è il “Taitanic” , quelli di prima classe si salvano e come!!!!. Sono quelli dell’ultima classe che ci rimettono tutto. 8.000.000 di poveri non sono uno scherzo e di questi 3.000.000 in assoluta indigenza, sono uno scandalo, per un paese civile come il nostro.

Io ho l’impressione che con la parola “responsabilità” si voglia prendere per il sedere questo paese.

Adesso basta con questa ipocrisia della “responsabilità”.

Questo paese ha bisogno di “irresponsabili” decisi, forti ed uniti per mandare via questo governo, questa maggioranza raffazzonata a suon di quattrini, e questo modo di governare a vista che inganna i cittadini e li uccide.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: