ABUSO POLITICO E FURTO DI LIBERTA’


ABUSO POLITICO E FURTO DI LIBERTA’

Può la politica, o meglio, possono i politici decidere sul fine vita dei cittadini?

Ogni morte è diversa, chi è estraneo o esterno a quella morte  deve restare tale.

I politici sono soggetti esterni alla morte dei propri cittadini e non possono decidere su come devono morire.

E’ immorale, inumano e contro ogni buonsenso. Non esiste in Europa una legge che imponga ai propri cittadini il sondino di Stato e non esiste, come sostengono loro, un vuoto legislativo.

C’è la convenzione di Oviedo (qui) che ha già specificato tutto e che l’Italia ha firmato e dalla quale è scaturita la legge di ratifica del 28 marzo 2001. Non c’è bisogno di aggiungere altro.

E’ un abuso del senso di libertà di legiferare per il popolo. C’è un  limite da non superare e da rispettare, quel limite è il rispetto della vita di ciascuno di noi.

Introducono anche una novità che è l’obiezione di coscienza  sul corpo sofferente del povero inconscio: “Il parere espresso dal collegio dei medici non è vincolante per il medico curante, il quale non è tenuto a porre in essere prestazioni contrarie alle sue convinzioni di carattere scientifico e deontologico”.

E’ una legge che va contro l’opinione pubblica, visto che tutti i sondaggi dicono che l’80 per cento degli italiani è a favore del fatto che uno possa scegliere per sé della propria vita. Se passa è solo perché nessuna trasmissione di approfondimento politico ha dato spazio alla questione e nemmeno le opposizioni si sono mobilitate» ( Marco Cappato).

Due sciacalli sono all’opera alla Camera oggi, 12 luglio 2011, due sciacalli che si abbuffano sui nostri cadaveri: Binetti e Gasparri. Non è possibile che due teste del genere possano decidere sulla sofferenza degli altri, imponendola in nome dello Stato, eppure accade.

Scrive Silvia Cerami: 

«Una norma ingiusta», «impietosa», «massimalista sul piano ideologico e fragilissima dal punto di vista giuridico». «Una legge di una gravità inaudita», peggio «anticostituzionale». «Una sopraffazione giocata sulla pelle dei cittadini», «una soluzione irrazionale e in aperto contrasto col principio del rispetto della persona umana», perché «si parla di Stato di diritto, ma qui i diritti vengono violati».

Martedì, dopo due anni di rinvii, la Camera vota sul disegno di legge relativo al testamento biologico e lo scontro si riapre. Il testo non sarà definitivo, perché il provvedimento dovrà essere votato anche al Senato, ma la maggioranza prova la spallata decisiva.

Punto chiave l’articolo 3 del ddl con cui si stabilisce la platea della Dichiarazione Anticipata di Trattamento (DAT) e si affronta la questione dell’alimentazione e dell’idratazione assistita. Per le opposizioni si tratta di una decisione che calpesta i diritti individuali tutelati dalla Costituzione e non riconosce la sovranità della libertà di coscienza.

10 Risposte

  1. Purtroppo questa orrenda legge è stata approvata. Nessuna pietà per i moribondi, nessuna pietà, nessuna pietà. Orribile!!! Il sondino di Stato!!!!
    http://www3.lastampa.it/politica/sezioni/articolo/lstp/411245/

  2. Il massimo della originalità sta nel fatto che si possono anticipare (DAT) le terapie che si desiderano, ma non si possono anticipare le terapie che NON si desiderano
    Il massimo rispetto della persona!!!!!!!!
    Siamo proprio ridotti ad uno schifo, a marionette senza volontà.
    .http://www.unita.it/italia/biotestamento-la-legge-restrittiva-1.313064

  3. Hai ragione.
    Uno schifo totale, chissà le mazzette che sono volate sottobanco dalle cliniche private che si occupano di tenere in stato vegetativo un corpo e una vita che non e’ più tale.

    Ma tanto faremo un sacrosanto referendum, lo vinceremo, e nel mentre saremmo
    Diventati maggioranza anche sugli scranni, nel paese li siamo già.

    E al pari della fintariforma Gelmini, o della farsa brunettiana sull’efficenza pubblica, anche questa legge ignobile finira’ nel cestino della carta straccia.

    Ah, e senza la Binetti.
    Gasparri manco lo considero.

    Ciao
    Zac

    1. E’ uno schifo totale.
      Un pugno di deficienti (e parlo del Pd) vuole imporre, votanto col Pdl (di cui già si conoscono i limiti mentali), una legge iniqua che “obbliga” tutti noi ad accettare le loro convinzioni religiose.
      Qui di religioso non c’è niente, c’è solo un’arroganza infinita. e la crudeltà di voler disporre della vita degli altri e,a quanto pare, bipartisan.
      Da un po’ di tempo si erano accorti che oltretevere era un po’ “severeo” con il governo, ecco che questa maggioranza porta la pillola dorata al vaticano.
      Eppure anche il Papa Giovanni Paolo II è morto senza che gli facessero un taglio nella pancia per alimentarlo artificialmente, visto che aveva perduto la capacità di deglutire.
      E allora se un Papa cattolico vuole morire secondo natura, perchè chi è nelle stesse condizioni, secondo il vangelo Binetti-Gasparri, deve morire soffrendo attaccato ad una macchina?
      Ciao Zac, mi auguro che ci sia un referendum abrogativo e che cancelli per sempre anche la voglia di tornare a legiferare su questo argometo.
      Un abbraccio.

  4. L’uomo che fissa le capre,dovrebbe essere mandato in Aspromonte,la paladina Binetti pensa di far piacere al clero,forse per quadagnarsi un pezzo di Paradiso e ai malati offre l’inferno.
    Speriamo che Zac abbia ragione,fare un referendum e cambiare quanto prima questa legge schifosa come loro.
    Ciao speradisole un abbraccio Lidia.

    1. E’ appurato da tempo che la capacità cerebrale di Gasparri è piatta. inanimata e morta.
      Non capisco neppure quale sia l’opportunità di tirare fuori l’approvazione di questa legge in questp momento, quando il paese si trova nelle condizioni economiche in cui è.
      Invece di pensare ai problemi di chi non riesce ad arrivare alla fine del mese, ed è vivo, pensano a far sopravvivere all’infinito i quasi morti.
      Piuttosto se volevano tirare fuopri una legge che ci vorrebbe. è quella che regola e sancisce le coppie di fatto. In questo campo sì che manca totalmente, nel nostro paese ed è ormai l’unico in Europa, una legge chiara.
      Ciao Lidia, un abbraccio.

  5. Avevo già espresso un mio parere, positivo, nei confronti di questo ministro della destra: Giancarlo Galan. è l’unico che ogni tanto esce dal gregge. Ecco cosa dice a proposito di questa legge sul testamento biologico:
    http://www.repubblica.it/cronaca/2011/07/14/news/galan_eluana-19095884/?rss

  6. […] Fonte: https://speradisole.wordpress.com/2011/07/12/abuso-politico-e-furto-di-liberta%E2%80%99/   […]

  7. «Per la nuova legge la dichiarazione anticipata di trattamento va applicata solo ai pazienti “in assenza di attività cerebrale integrativa cortico-sottocorticale”. Un’espressione confusa: forse i deputati della destra hanno voluto maldestramente riferirsi all’assenza di attività cerebrale, il cosiddetto encefalogramma piatto. In questo caso il messaggio è chiaro: a una persona morta possono essere sospese le terapie».

    (Ignazio Marino)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: