IL SIMBOLO LEGAIOLO E LA MARIJUANA

IL SIMBOLO LEGAIOLO E LA MARIJUANA

 

La scuola di Adro è tutta tappezzata da questi simboli, non ancora rimossi nonostante la “circolare” della Gelmini che diceva di toglierli.

Si vede che il parere del ministro conta poco, finchè Bossi non dirà di toglierli, quei simboli rimarranno. C’è da scommetterci, sicuri di vincere.

Tuttavia quei simboli assomigliano moltissimo alle foglie di marijuana.  

I ragazzi che vedono quel bel disegno verde cosa pensano? Al sole delle Alpi? Non credo,  forse ad una bella foglia di marijuana.

About these ads

13 risposte

  1. magari si fumassero la marijuana il leghisti … :)
    (anche se non fumo … meglio sottilenare …) il loro lader si fa di cocaina e poi gli pigliano gli sciopponi poveri coglioni povere piccole menti guarda te lo dico perchè pur essendo toscano son cresciuto in brianza coglioni razzisti erano prima che votavano dc coglioni razzisti sono oggi che votano lega … martedi mercoledi nasconi i funghi ;)

    1. OK libero, preparo il cestino.
      Oggi ho sentito che Montezemolo ha bastonato (a parole)la lega, rea di essere da 16 anni al governo e di non aver prodotto niente.
      Credo che Montezemolo sia indulgente, qualcosa la Lega ha prodotto: la paura dell’extracomunitario, le ronde ed in particolare ha prodotto le poltrone per i figli trota ed i parenti vari.
      Ti pare poco per un brianzolo, capace di scrivere, com’è successo: “Va pensiero sull’ali d’orate”.
      Si ancora pesci, dopo le trote, abbiamo le orate.
      Ciao libero, un saluto.

  2. Ebbene si’, e’ ufficiale sin dai tempi della Corna Luisa che si strombazzava a pagamento il Senatur, fino a comparsa di ictus.
    Sono ignoranti e, cosa assai più grave, tremendi analfabeti.
    Io non sono fortunato come libero, io vivo ancora qui, contornato da lugubri figuri che pensano alla grammatica come fosse un anticrittogamico.

    La foglia di maria, malamente stilizzata, porterebbe sani benefici se utilizzata a dovere, come infuso, come risotto o più comunemente arricciata dentro a una Rizla.

    E’ che il leghista trova più edificante lo schema seguente:

    a) Litri di alcool
    b) Discussione al bar sui Rom e su Roma Ladrona.
    c) fellatio con extracomunitaria
    d) ritorno a casa e ordini minacciosi alla consorte
    e) risveglio e telefonata al commercialista sui trucchi per evadere l’erario

    Il tutto contornato da svariati odorini provenienti, il più delle volte, dalle ascelle.

    A pensarci bene sarebbe tutta Spezia sprecata,
    e’ molto meglio se la Mariuana me la fumo io.

    Ciao,
    Zac

    1. Il potere ed il seguito che sta avendo la Lega, sta dando alla testa a molti. Si fanno notare i piccoletti che reggono un comune e mettono in pratica le trovate che la sera prima hanno discusso al bar con gli amici, davanti ad un fiasco di vino.
      Nascono così le idee, le trovate: al tavolo del bar.
      E c’è chi le mette in pratica, per fare parlare di sè.
      Sembra strano che quando la scuola di Adro era in costruzione nessuno si sia accorto di quello che stavano facendo.
      Ci saranno stati operai, stagnini, elettricisti, muratori, imbianchini, ingegneri, architetti, geometri che hanno disegnato quell’affare e allora perchè non dirlo prima.
      No, si aspetta che tutto sia bello e che finito, per poi lasciarli dove sono. Costerebbe troppo toglierli.
      Quindi in quella scuola ci sono stati un sacco di compiacenti che magari si facevano già crasse risate.
      Ma vedrai, Zac, i simboli resteranno e tutto finità.
      Tempo fa, ci fu un altro partito che amava i simboli, il fascismo. Ancora adesso si trovano edifici, strade, muri con sopra disegnati scolpiti i fasci littori, oppure quei grandi numeri romani che indicavano l’era fascista della costruzione.
      Sappiamo che fine ha fatto il fascismo, la Lega finirà in modo meno cruento, ma finirà, e ci sarà chi riderà di quei simboli.
      Comunque, quel simbolo celtico, è davvero molto simile alla foglia di maria, così verde e così stilizzato.
      La fumassero sta foglia, per vedere se cominciano a ragionare meglio.
      Ma come dici tu, sarebbe tutta roba buona sprecata, in quei cervelli entra solo il territorio.
      A proposito di grammatica e di ignoranza, casualmente ho letto in un blog leghista che: NEI D’INTORNI DEL SUO PAESE…. per cui a questo punto il va Pensiero sull’ali
      D’ORATE è un’ovvia conseguenza. Gli “intorni” non so cosa siano, ma le “orate” sì, assomigliano alle trote, e forse per questo le hanno introdotte nell’inno.
      Ciao Zac un abbraccio.

  3. se non vi va stare in Padania avete la libertà di portare via le balle…..e ci farete un piacere.
    Padania Libera (speriamo dagli stronzi come voi)-

    1. Libera da chi?

      Libera dal partito del milionario che contribuite a tenere su con vostro voto?

      Libera dai terroni che da anni lavorano nelle fabbriche padanie e ne costituiscono una ricchiezza?

      Libera dagli negri marocchini, e da tutti gli extracomunitari che lavorano in nero nelle fabbriche e che senza quel lavoro le fabbriche chiuderebbero?

      Libera da tutte quelle donne che fanno da badanti ai vecchi e ai malati, per metterli a morire in case di riposo dove stanno col piscio nei pannoloni per notte intere?

      Libera da tutte le colf che puliscono le case dei padani, i cessi delle case padane, ed il culo dei padani che si cagano addosso?

      Libera dagli insegnanti marocchini che insegnano il dialetto, come fa la moglie di Bossi?

      Libera di tutti quelle belle facce toste che non sanno neppure parlare, come il trorta o la Gelmini che per dare l’esame finale all’Università ha dovuto andare a Reggio Calabria, pregando genuflessa i terroni?

      Libera da tutti quei magistrati compiacenti che hanno sempre fatto gli interessi dei vostri capi, come Carnevale?

      Libera dagli extracomunitari che sono tutti delinquenti e stupratori e che sfruttate nel lavoro nero per non pagare le tasse?

      Credo che siate voi che dovete liberare l’Italia, come padani siete extracomunitari, l’UE non sa neppure che ci siete.

      E noi senza di voi staremmo benissimo, senza rotture di balle, senza volgarità e senza ignoranza.

      Vi restano gli zingari da buttare fuori. Fate come in Francia. Copiate.

  4. Al solito, il “genio” leghista, ovviamente anonimo, compare per lasciare un commento degno di Mordecai Richler.
    Speradisole e’ molto piu’ educata di me.
    Io non sono per il dialogo con degli esseri minimi e ignobili come te, bifolco leghista.
    Io, se dici, ti incontro da qualsiasi parte.
    Poi, con tutte le ossicina spezzate, vediamo chi resta a vivere qui e chi viene ricoverato al Gemelli di Roma, assieme a una mandria di “Porci”.
    Lo dico sul serio, forniscimi le coordinate e saro’ presente all’appuntamento.
    E per suonartele con maggior gioia, indossero’ una Kefiah, cantero’ una nenia nomade, e per finire ti lascero’ nudo, perche’ ti portero’ via pure le mutande.

    Suvvia, inebetito leghista, rivelati, che ho gia’ prurito alle mani, vedrai che carineria essere malmenati da un comunista.

    P.S.
    Se hai dei figli porta anche loro, che li mangio per cena.

    Zacforever.

    1. Questa è gente che si nasconde dietro l’anonimato, non dà appuntamenti ad uno come te, Zac, comunista.
      Tu che sei nato in padania, che abiti in padania e che non condividi le altissime aspirazioni dei padani, sei una persona intrattabile, da allontanare.
      Sta attento che possono scambiarti per un extra e sarebbero guai. Con gli extra, per picchiare, ci vanno in gruppi, con le ronde, mica da soli.
      Molto simpatico il tuo commento Zac, un abbraccio. Ciao.

      1. No, quelli che picchiano sono le sparute bande di naziskin.
        I leghisti, quelli coraggiosi, se ne stanno alla finestra a guardare lo show.
        Le ronde? E chi ne ha mai visto una?
        Ti dirò, potrei addirittura dipingermi il viso di un bel nerocongo.
        Ciao

  5. No, così non va. Ci metterebbe troppo tempo a tradurre l’italiano, ci vuole qualcosa di più conciso e alla sua portata. Non so, tipo:

    “Uè, leghista, ma va un po’ a da’ via i ciapp!”

    1. Ma, pesciolina, c’ho pensato e poi mi sono detta, forse si aspetta da me lo stesso linguaggio e cerca la rissa o l’offesa verbale.
      Ho scelto di dare una risposta più circostanziata, che, sono sicura, neppure è stata letta.
      Forse gli è dispiaciuto di più, non c’ha provato gusto a provocare.
      Comunque lui e tutti i suoi compari, li mandiamo volentieri a “da’ via i ciapp”
      Ciao pesciolina, un abbraccio.

  6. Ma perché non la fanno regione autonoma autosufficiente, lasciano uscire Zac, alzano un bel muro tutt’intorno così non vedranno più extra, terroni e non dovranno dipendere da Roma ladrona?
    Chissà che prima o poi non venga in mente a qualche ittico.
    Ciao.

    1. Prima di tirare su il muro bisogna fare la conta (parola che va di moda), poi tutti i padani radunarli sopra il po’, e tirare su il muro. Lasciarli da soli, col loro dialetto. Un embargo bello e buono.
      Se vogliono andare al mare debbono scavalcare il muro, se vogliono esportare tutti i loro manufatti debbono scvalcare il muro e così via. Tornare al medioevo vero, come vogliono loro e lasciarglieli.
      Non camperebbero neppure un mese.
      Senza i terroni che fanno i lavori più pesanti, senza gli extracomunitari che fanno i lavori più sporchi, senza le badanti e le colf a mandare avanti la casa, dopo solo un mese, abbattono il muro.
      Loro sognano una terra che non esiste, dove comandare solo loro e tutti gli altri a servire, perchè, dicono, loro sono quelli che producono. Ma il trota cosa produrrebbe senza roma ladrona? E anche suo padre che offende tutti gli italiani, chi lo paga?
      Ciao Antonio, noi facciamo della filosofia a basso livello, non vorrei mai chiudere in un recinto i miei amici piemontesi che amo moltissimo.
      L’Italia mi piace così com’è, fatta male forse, ma bellissima e non mi importa niente della padania che non esiste.
      Ciao Antonio, un abbraccio grande grande.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 106 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: