RAGAZZO?…. SPAZZOLA

RAGAZZO?…SPAZZOLA

Con 233 voti a favore, 173 contrari e 16 astensioni l’Aula della Camera ha approvato il disegno di legge sul lavoro, collegato alla finanziaria. Il provvedimento torna ora al Senato per il varo definitivo. Sarà possibile assolvere all’ultimo anno di obbligo di istruzione (cioè dai 15 anni di età) attraverso l’apprendistato, previa «la necessaria intesa tra Regioni, ministero del Lavoro e ministero dell’Istruzione, sentite le parti sociali». La disposizione di fatto scrive un nuovo capitolo nello stop and go sull’obbligo scolastico in Italia, ripetutamente modificato dai governi. Fra le misure contenute nel provvedimento, lievitato dagli iniziali 9 articoli del settembre 2008 agli attuali 52, il pensionamento anticipato per i lavoratori impegnati in attività usuranti, le novità sul processo in materia di lavoro fino al pensionamento dei dirigenti del Servizio sanitario nazionale. Si allungano i tempi per la riforma degli ammortizzatori sociali.La norma che consente a un quindicenne di entrare in azienda con un contratto di apprendistato è stata ritoccata in Aula da governo e maggioranza: la disposizione si inquadra nella tipologia di apprendistato prevista dalle norme di attuazione della legge Biagi e che quindi sarà “necessaria” l’intesa «tra Regioni, ministero del Lavoro e ministero dell’Istruzione, sentite le parti sociali” prima di poter aprire la strada alla possibilità di assolvere all’ultimo anno di diritto-dovere di istruzione e formazione attraverso l’apprendistato, abbandonando i banchi di scuola o di un corso di formazione professionale.  (Il sole 240re, 28/o1/10).

Così, adesso un ragazzo potrà abbandonare gli studi a 15 anni ed andare a lavorare “come apprendista”, da qualche parte.

Andare in fabbrica da apprendista (brutta parola), di solito non  si impara niente. Il ragazzo dovrà limitarsi a guardacchiare qua e la, sempre che glielo consentano e tutt’alpiù spazzerà il pavimento della fabbrica. E’ un bel regalo alle aziende che si trovano con una piccola folla di ragazzetti a lavorare per niente.

Da un artigiano, (meccanico, idraulico, falegname, vetraio, gommista, carrozziere, elettricista,  laboratori tv, sarto, vivaista, allevatore, caseario, e così via) potrebbe imparare di più, ma se l’artigiano volesse potrebbe solo utilizzare “il ragazzo” per le consegne, per le pulizie e per piccole altre mille incombenze che nulla hanno a che fare con l’imparare il mestiere.

Dal barbiere, l’apprendista potrebbe imparare solo a lavare i capelli o a porgere la spazzola al titolare (cose che sa già fare). Nessun cliente si azzarderebbe a farsi fare la barba e i capelli da mani insicure e poco pratiche. Addio riccioli moderni o tagli alla cresta di gallo.

Dal commerciante, l’apprendista che fa, rimette in ordine, riassetta, richiude le scatole. Ma vedrà una bolla di accompagnamento, una fattura, un rappresentante? ne dubito? Tratterà con la clientela? non riesco ad immaginarmelo. E allora che serve l’apprendistato?

Quel che è certo è che ai ragazzi di 15 anni, si toglie un anno di studio ed il danno che si ingenera è un danno permanente.

Annunci

Una Risposta

  1. Questo articolo è stato segnalato su ZicZac.it….

    RAGAZZO?…SPAZZOLA Con 233 voti a favore, 173 contrari e 16 astensioni l’Aula della Camera ha approvato il disegno di legge sul lavoro, collegato alla finanziaria. Il provvedimento torna ora al Senato per il varo definitivo. Sarà possibile assolvere all…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: