UN FURBESCO ACQUISTO E FURBASTRI TRUFFATORI

UN FURBESCO ACQUISTO E  FURBASTRI TRUFFATORI

VILLA SAN MARTINO DI ARCORE

villa-san-martino-arcore

Io non apprezzo Berlusconi, non lo stimo, non condivido nulla né della sua vita, né della sua politica di governo.  Nutro un disprezzo profondo verso di lui. La sua persona mi procura un disagio fisico. L’origine di tutto questo risale agli anni 1970-1980 e fu il modo con cui venne in possesso della villa “San Martino” di Arcore.

Per capire il personaggio, un breve accenno alle modalità “politiche” di fare soldi, ovvero la  parte finanziaria del grande maestro, quella che forse è comune anche ad altri imprenditori, più o meno furbi o spregiudicati.

** Fare il costruttore senza soldi, ma con i soldi della Banca Rasini di Milano, diretta da suo padre.

** Costruire case e palazzi fuori dai piani regolatori, più alti tanto che si costringe persino l’autorità preposta a deviare le vie aeree, deviate anche per valorizzare le nuove costruzioni di Segrate (Milano2).

** Usufruire di una piccola banca, quella di piazza Mercanti a Milano che diventa una fonte “miracolosa” di soldi. In relazione a questo fatto, in quegli anni, la Lega tuonò, dai suoi giornali, le famose 11 domande, che dovevano chiarire i rapporti tra Berlusconi e la mafia, sospettata, forse a ragione, di essere l’origine nascosta dei soldi misteriosi che crescevano a vista d’occhio in quella micro banca milanese. A queste domande, naturalmente Berlusconi non ha mai risposto.

** Creare un labirinto di società, intricate l’una nell’altra con a capo persone tipo casalinghe, zie e zii, cugini vari, svizzeri e svizzere di sua conoscenza, per cui qualsiasi ricostruzione sulla loro origine, di quanto valessero, dove fossero collocate, divenne problematica. Un intrigata faccenda, quelle delle società a scatole comunicanti, che neppure il Pubblico Ministero, Antonio Di Pietro, è riuscito  a ricostruire completamente, anche se ha capito benissimo che servivano a moltiplicare i soldi, in modo miracoloso. Soldi, a valanghe, della cui provenienza, nulla è dato a sapere. Mistero dei misteri.

E fin qui, si parla di soldi, il piatto dolce di Berlusconi imprenditore, che intanto, con i favoritismi,  le corruzioni e gli scambi di mazzette, fra lui, Craxi e Mammì, è diventato anche proprietario di tre reti televisive.

Ma l’episodio che, secondo me, ha svelato il vero modo di agire di questo uomo, la sua assenza di moralità, la sua spregiudicatezza e la sua cattiveria, è stato “l’acquisto” della villa San Martino di Arcore. Un acquisto che è rimasto un giallo irrisolto e soprattutto una ingiustizia feroce.

La villa di Arcore è un ex convento rinascimentale, per secoli appartenuto alla famiglia Casati Stampa Soncino. Una villa con 145 stanze, arredi antichissimi, collezioni pregiate di quadri e libri, ettari di parco pieno di fiori ed alberi molto rari.

Il marchese Casati, Camillo, il 30 agosto 1970, uccide la moglie, Anna Fallarino, sorpresa con l’amante e poi si toglie la vita.

Passata la curiosità dell’omicidio-suicidio del marchese e della moglie, il patrimonio passa alla figlia Annamaria Casati Stampa di 19 anni, minorenne. In quegli anni la maggiore età si acquistava a 21 anni.

La ragazza si trova un’eredità di due miliardi e 403 milioni, che al netto delle tasse diventano 1 miliardo e 965 milioni di lire. Annamaria decide di lasciare l’Italia e lo scandalo della morte dei suoi genitori e va a vivere in Brasile. Il 27 settembre 1972 affida i suoi beni, senza limitazioni di mandato,  ad un avvocato, di nome Bergamasco, suo ex tutore che, nel frattempo, era diventato un ministro del governo Andreotti. Tra i vice di questo avvocato diventato ministro, c’è Cesare Previti e a lui, Annamaria, nell’autunno del 1973, affida l’incarico di vendere Villa San Martino, “con espressa esclusione degli arredi, della pinacoteca, della biblioteca e delle circostanti proprietà terriere”.

L’acquirente si materializza nella persona di Silvio Berlusconi, che ha appena costruito Milano2 e vuole smettere i panni del palazzinaro per indossare quelli di “Sua Residenza” ed è in cerca di una dimora “adeguata” per rappresentare se stesso nella elite della imprenditoria.

Il mediatore di questa compra-vendita è Cesare Previti, figlio di Umberto che negli stessi anni in cui Berlusconi costruisce il suo labirinto societario, compare in quel “busillis” di Berlusconi.

Pochi mesi dopo il prezzo che Silvio Berlusconi riesce a “pattuire” con Previti per la villa San Martino è di 500 milioni di lire.  Cioè riesce a comprare una villa di quel tipo, settecentesca,  del valore di 1 miliardo e 965 milioni di lire, pagandola un quarto del valore. 

Notare che con questi soldi 500 milioni, include anche la pinacoteca, il parco, gli arredi e la biblioteca, espressamente esclusi, su richiesta della venditrice, ma lui prende tutto lo stesso, se ne frega delle volontà della venditrice. Un uomo già straricco, ruba e truffa una ragazza, complice ovviamente il fido Previti.

Gli scrittori Guarino e Ruggeri, hanno scritto un libro a tal proposito intitolato “Inchiesta del signor tv” (Editore Kaos), nel quale indagano a fondo su quella vendita, che io chiamo furto vero e proprio. Come al solito sono stati querelati da Berlusconi per diffamazione, ma nel 2000, hanno vinto la causa: nessuna diffamazione era stata scritta, solo verità supportate da centinaia di documenti.

500 milioni di lire sono nulla, per una villa settecentesca di 3500 metri quadri  con tutti gli annessi. L’acquirente ha commesso un vero e proprio “raggiro” nel confronti della ragazza, ancora sconvolta, presumo, dalla morte violenta dei suoi genitori.

Ma i raggiri nei confronti di Annamaria, non si limitano a pagare la villa e tutto il contorno un quarto di quello che vale, infatti Berlusconi, mette in atto altri raggiri.

*** Il primo raggiro: Berlusconi dilaziona il pagamento di questa cifra ridicola, fino al 1980 (l’atto di cessione è del 2 ottobre 1980), ma, quel che è peggio, Annamaria continua a pagare le tasse.

*** Il secondo raggiro si attua il 4 maggio 1979, quando nasce l’immobiliare Idra, una spa nella già affollata galassia societaria di Berlusconi, società che ancora oggi gestisce almeno 12 tra le dimore berlusconiane, tra cui Villa Certosa, Arcore e Macherio. Nel consiglio di amministrazione della società Idra siedono i Previti, padre e figlio, la società riesce ad ottenere dalle banche due superfinanziamenti sulla villa di Arcore, appena pagata solo mezzo miliardo di lire: e sono 7 miliardi di lire, subito rigirati alla Cantieri riuniti (altra società berlusconiana), più altri 680 milioni di lire.

 E’ stato compiuto un delitto perfetto, ben remunerato.

 Arcore è poi diventata quello che sappiamo: il rifugio di Berlusconi, la cabina di regia del governo, una dimora vincolata dal segreto di Stato, un mausoleo che custodisce grandi segreti.

Siamo nel 1980, l’anno del terremoto in Irpinia, della strage di Bologna, delle partite di calcio truccate e della “Milano da bere”. Si apre la stagione dell’edonismo, della crescita del debito pubblico, dell’era craxiana e della apertura, a scatola chiusa, delle televisioni private a Berlusconi, alla sua visibilità e quindi alla sua voglia di potere politico, che da oltre 15 anni sta imperando.

Comunque sia quell’episodio di furberia, di tradimento di una ragazza che meritava il suo patrimonio, e averglielo rubato letteralmente, mi ha fatto schifo, letteralmente schifo e da allora Berlusconi potrà anche vivere centinaia di anni, diventare papa, o fare tutto quello che vuole, ma per me rimarrà un uomo privo di scrupoli, privo di coscienza, con la moralità ed il  comportamento etico sotto le suole delle scarpe. Un uomo che, tra l’altro, ha messo sotto la suola delle scarpe anche la donna che è diventata una merce da comprare e da vendere, al pari delle sue società finanziarie.

E’ questa la moralità che lui dice, ora, di avere introdotto nella politica italiana? Povero Paese, Povera Italia.

Infine, nel 2008, il comune di Arcore ha concesso a Berlusconi, l’ampliamento della villa San Martino. Un intero paese al servizio di un uomo. Rinnovamenti, ampliamenti, miglioramenti, cambiamenti costosi, effettuati in una dimora “coperta da segreto di Stato” e quindi tutte spese a carico del “solito” contribuente, vale a dire: a carico nostro.

(Fonti: “Inchiesta sul signor tv” di Guarino e Ruggieri, ed. Kaos; Quotidiani: Corriere della Sera e l’Unità)

Annunci

43 Risposte

  1. Spero che in molti smettano di guardare Beautiful e si sintonizzino qui, magari leggendo questo tuo post si potrebbero rendere conto, seppure a fatica, di cosa si parla quando si ha a che fare con Berlusconi. Quest’uomo ha fatto proprio di tutto nella sua vita, si dice che si sia costruito da solo la sua fortuna, sarà anche vero, peccato però che l’abbia fatto spesso sulla pelle degli altri. Mi risulta che da giovane facesse l’intrattenitore e il cantante sulle navi da crociera insieme a Confalonieri e che vendesse anche scope elettriche porta a porta, insieme ad un amico, pare che sia riuscito a venderle e a proporre la stessa attività persino al suo professore di Università. Inizia così la sua lunga carriera di soggetto ben dotato di fiuto negli affari e nelle compra-vendite. A ben vedere, ancora adesso, emerge di lui il cantante e l’intattenitore un po’ saltimbanco quando deve conquistare la simpatia e l’attenzione di qualcuno per i suoi interessi, ma soprattutto emerge il venditore, nelle occasioni in cui si presenta, per ironia del destino, proprio ad una trasmissione che si chiama Porta a Porta, lì dimostra di essere anche un abile piazzista, convincendo la gente a privilegiare il miglior prodotto in assoluto che sia mai riuscito a vendere con così tanto successo: sè stesso. Tu hai detto quali sono le tue impressioni su Berlusconi, dicendo che nutri un disprezzo profondo verso di lui, in amicizia e per solidarietà, voglio fare lo stesso anch’io. Ti potrà sembrare stano ma quando lo vedo e lo ascolto, per me si tratta più che altro di una sensazione a pelle, che spesso avverto quando vedo i rettili in generale, mi viene la pelle d’oca, un senso di disgusto all’idea del viscido e nel caso specifico mi sembra di sentire addirittura i sonagli…Un carissimo saluto e smpre complimenti per questo blog. Con affetto.

    1. Anche a me dà repulsione fisica. Ci vuole stomaco per andare con lui. Ha cominciato come cantante sulle navi, con Confalonieri al pianoforte, ma non è mai stato povero, come lui ha detto, ha sempre avuto un padre “in banca”. A me questa non sembra povertà. Ciao pesciolina69, un abbraccio.

      1. Anchio sono figlio di operaio, orgoglioso non del fatto che sono operai, ma dei principi che mi hanno imparato. Viva l’Ialia. Ciao da Oklahoma.

    2. Non ti sgomentare la tua non e’ una malatia, ma solo ignoranza di un geloso. Perche’ non ci racconti un po della sua vita, ma dirai: sono affari tuoi. Lei cosa ha fatto di bello nella vita, perfavore ci illumini. Tipo un commento da parte dei suoi famigliari, parenti, amici, ecc…

      1. Di bello credo abbastanza, nella mia vita. Sono contenta di quella che sono. Da figlia di operai, ho potuto laurearmi, lavorare in una bellissima professione. Ne sono orgogliosa. Non ho rubato, non ho fatto acquisti furbastri, mi sono solo conquistata con le mie forze un posto di lavoro, che mi piace, sto bene e vivo serenamente. Non mi piacciono i furboni, gli affaristi, gli evasori fiscali, gli opportunisti che per salvarsi scendono in politica, non mi piacciono gli arroganti. Non mi piace Berlusconi. Si è capito vero? Ciao Marco. Oggi qui nevica, ma è normale, è dicembre. Ti saluto con affetto.

  2. Ci sono errori di valutazione che si pagano tutta la vita.
    Silvana

    1. Ciao Silvana, il brutto è che molte donne lo amano, dicono che è buono, che è generoso. Dove mi chiedo? L’unica volta che l’ho sentito donare qualcosa è stata la “enorme” somma di 5.000 euri (tanti!) a Don Gelmini. Offerta e dono sbandierata per giorni e giorni sulla nostra tv, non solo sulla sua. Un abbraccio, anche a Vitty.

  3. Berlusconi e’ sostenuto dall’ignoranza del paese, persone che lo ammirano (e farebbero le stesse azioni al suo posto), senza accorgersi che sono proprio loro a pagarne le conseguenze. Finche’ gli italiani non impareranno a leggere ed informarsi … non abbiamo speranza!

    1. Molto bello il tuo intervento, Marco, grazie. E’ stato un episodio quello dell’acquisto “rubato” di una villa così bella con tesori artistici enormi, che mi ha profondamente colpito e amareggiato, sia perchè è stata pagata poco o niente, in euro sarebbero 250.000 circa, contro i milioni del valore vero, sia per la cattiveria con cui si fanno gli affari, alle spalle di persone forse ingenue, sicuramente indifese. Già a quel tempo Berlusconi dimostrava di che pasta era fatto. Però i nostri informatori ufficiali, le nostre tv, tacciono su questi brutti affari e così la gente rimane nell’ignoranza. Forse ti interessa anche il post sulle Holding del giovanotto Berlusconi che a 27 anni ha i soldi per costruire una Milano2. Grazie e arrivederci.

  4. Marinella da Durban R.S.A. |Rispondi

    La gente in Italia ha smesso di leggere, guarda solo la TV, noi fortunatamente torniamo una volta all’anno in Italia ed e’ piu’ che sufficiente, facciamo incetta di libri di qualsiasi natura ed ora riusciamo anche a leggere quelli in inglese. Vivendo in SudAfrica i miei figli hanno capito finalmente l’importanza di una buona educazione scolastica, qui purtroppo l’80% dei bambini frequenta scuole pubbliche poverissime oppure non va a scuola (altro argomento lungo e triste). Le Dittature si alimentano di ignoranza e Berlusconi ne e’ consapevole, in Italia manca la consapevolezza di chi e’ veramente questo Delinquente.

    1. Avrai letto che cosa ha combinato, fin da giovane questa persona. Il fatto che abbia ingannato una minorenne, le abbia tolto parte della sua eredità, mi ha fatto ribrezzo. Pensa, una villa del genere pagata neppure 250.000 euro. Solo un gran cinismo può portare a tale abbruttimento d’animo. Se puoi, quando vieni in Italia, compra anche i libri che ogni tanto cito, su di lui, sono molto istruttivi. Ciao carissima Marinella, auguri dalla mia e tua terra.

    2. Ma lei in Africa cosa fa? Lei e’ tra qulle che veramente ingnora il fatto che ci sono piu’ articoli, storie, video, programmi TV, articoli di giornali, radio, partiti politici, siti internet ecc…che parlano di lui che nessun altro. Io sono consapevole che ci sono persone come lei che danno a Berlusconi la colpa di tutti i problemi che ci sono in Italia. Cioe’ sei veramente convinta’ che senza Berlusconi, l’Italia sarebbe diversa? Mi faccia il piacere!

      1. Spero che Marinella dal Sud Africa ti possa rispondere, Marco, non so se riesce a trovarti in mezzo a tutti questi commenti. Comunque io sono convinta che l’Italia senza Berlusconi sarebbe davvero migliore, ma di molto. Lui con le sue tv, la sua idea di moralità, ha fatto danni incalcolabili nella società italiana. Per rimuovere il danno ci vorranno decenni di buon governo e di gente onesta. Ciao Marco.

  5. Marinella da Durban R.S.A. |Rispondi

    Ho 50 anni, sono di Ravenna, sono di sinistra da quando sono nata, si puo’ dire, ho fatto lotte studentesche e lotte operaie, ho spesso criticato anche il mio partito e ultimamente ho difficolta’ a riconoscermi in questa sinistra. Mi sono letta attentamente la vita di Berlusconi nell’inserto dell’Unita’ e ho dedotto che nel marcio, nella corruzione, nella truffa c’e’ cresciuto dato che il padre bancario utilizzava tali metodi. L’anima, quella che ti fa da coscienza, quella che ti parla con la bocca dello stomaco, quella che ti parla quando incontri un essere umano meno fortunato di te, Berlusconi ne e’ privo! Non ha alcun valore cristiano-cattolico come invece vuol far credere, la sua religione e’ l’egoismo ed edonismo piu’ sfrenato e si circonda di personaggi come lui: CAIMANI. Tanti connazionali hanno perso il concetto di civilta’ e democrazia per dare spazio all’imbarbarimento e supremazia, questo non e’ ne’ religioso ne’ laico ma obiettivamente EGOISMO PURO. Nel mio piccolo mondo famigliare questi atteggiamenti vengono banditi ma discussi, i figli vanno cresciuti nella lealta’, onesta’, responsabilita’ e verita’ che deve partire obbligatoriamente da noi genitori, perche’ questo e’ il significato della parola stessa “GENITORE”. Grazie per questo spazio, a risentirci dall’Africa.

    1. Marinella carissima, anche se tanti chilometri ci separano, ci unisce un pensiero. Anche per me la storia è una storia di sinistra. Ho sentito tante volte in casa mia, elogiare i progressi fatti con i comunisti di un tempo, che ho finito per amarli profondamente. Nella mia memoria ci sono nomi come Scoccimarro, sconosciuto ai più, che fu uno dei fautori della riforma agraria del 1950. Con lui e con la sua forza di volontà finì l’era dei poveracci contadini che andavano a pregare il padrone per un cesto di mele, con lui il lavoro cominciò ad avere un valore aggiunto, e sono cominciate le grandi trasformazioni sociali che hanno portato a crescere anche in ricchezza. Adesso si vuole tornare a quei tempi, si vuole che i poveri si inchinino ai ricchi e si pretende che i poveri amino i ricchi, che facciano cioè la cosa più innaturale di questo mondo. Cerchiamo di resistere e mandare avanti, dove possiamo, le nostre idee che sono per fortuna quelle sane e riformiste vere dei nostri nonni e genitori. Arrivederci Marinella ed un saluto alla tua terra d’adozione. Ciao a presto.

    2. Parlando di onesta, il furbo Antonio Di Pietro ha fatto cariera pagato con tasse degli Italiani, Valori, ma quali? Si e’ fatto strada con la vera Ignoranza.

      1. E sì. Di Pietro è furbo. Visto la malaparata ha smesso i panni del pubblico ministero per diventare un leader politico. Ha annusato bene l’aria. Tuttavia, in tutta sincerità, ti dico che Di Pietro non è di sinistra, è solo antiberlusconiano. Secondo me, essere di sinistra, portare aventi alcuni ideali, non vuiol dire essere solo antiberlusconiani. Sono due cose diverse. Ciao Marco.

  6. interessante post e commenti ….. Sven dalla Finlandia

  7. Davvero Sven dalla Finlandia. Ne sono onorata. Ciao, torna a trovarmi.

  8. Un ammiratore del mai reso ai mafascisti assassini Berluscones, che varie volte, non per niente, cercarono di farlo ammazzare, Michele Nista |Rispondi

    X UN DETERIMANTO SCRIBACCHINO
    ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~
    Mi scusi, vile Pier Luigi cornutone, imboscante il proprio cognome, a differenza di che fan altri uomini veri: ma se la sua moglietttina calabrese vicinissima alla Ndrangheta, Maria Grazia Crupi, e’ una nota mignotta dei Lions clubs, simpatica, furba, si, ma pur sempre mignottona ( e spia), perche’ mai si sfoga con gli altri? Convertitevi, pregate, Iddio fa miracoli, che altro le posso dire? Fermissimo ammiratore di Michele Nista
    ~~~~~~~~~~~~~~~~~
    X UN DETERMINATO VIGLIACCO CRIMINALE MANDANTE DI SCRIBACCHINI
    ~~~~~~~~~~~~~~~~~
    Io, invece, sono un fan di Michele Nista, mentre provo assoluto schifo per il ladro, riciclatore di danaro mafioso, camorrista, ndranghetaro, cocainomane, vigliacco, ladrone di soldi e competenze, corrottissimo, nazifascistissimo, gia’ condannato a due anni di prigione, Paolo Barrai di Mercato Libero … ma malavitosissimo

    Paolo Barrai, sei un verme lecchino di mafiosi, camorristi, nranghetari e assassini neonazifascisti, quali sono tutti i Berluscones. Paolo Barrai di Mercato Libero..ma camorrista, sei un pezzente corrotto, corruttore, super complottardo, prepari trappole assassine, e quando ti senti smascherato, vai fuori di testa, e fai passare questi scritti di cui ragli, che son fatti, come ben sai, dai tuoi fratelli massoni fascistissimi dei servizi segreti italiani di tipo super Pio Pompi.aro attuali, come per, di altri. Se pensi che puoi riuscire a importi e ad aver l’ultima parola ( abitudine fascistissima, che con noi, PUOI STARNE STRA CERTO, si verifichera’ ZERO E SOTTOZERO!!!!!!) ti assicuro che stai facendo il piu’ enorme errore della tua puzzona corrotta, corrutrice, ladrona e vigliacchissima vita. Lo vedrai presto.
    Un ex tuo scarso ammiratore, Pippo Pocchiello, Napoli

    Viscida biscia, pappa stecche, ladrone, riciclatore di cash della Ndrangheta, Paolo Barrai di Mercato Libero, ti han cacciato a calci in faccia da Citibank, perche’ sei sempre stato un delinquente. Ti sei beccato due anni di condanna a prigione, ladrone falso vigliacchisimo Paolo Barrai di Mercato Libero, non fai paura a nessuno, ne te, ne i tuoi schifosi mafascisti Berlusconazisti, nonche’ padanazisti, che hai dietro. Firmati, verme putrido Paolo Barrai di Mercato Libero, preso in giro pure dalle spie di Berlusconi zizzanianti ad hoc. Preferiremo morire che dartela vinta contati, porco mafioso.
    ….
    Un ammiratore del mai reso ai mafascisti assassini Berluscones, che varie volte, non per niente, cercarono di farlo ammazzare, Michele Nista

    1. Confesso che questo commento non è chiaro, forse non era indirizzato al mio post. In ogni modo saluto chi l’ha scritto.

  9. Ma Voi spendete la vostra vita parlando di Belusconi, la sinistra Italiana non nulla da fare se non solo parole. Create dei progetti, idee, forse ho chiesto troppo. Il fatto e’ che gli affari vostri non li conosce nessuno. Marco da Oklahoma

    1. Non se ne può fare a meno, Marco. Berlusconi è troppo invadente, furbo e corrotto. Progetti della sinistra italiana ce ne sono, è che non hanno voce, perchè Berlusconi, possiede tutte le televisioni e non consente che le informazioni vengano date compiutamente e seriamente. Per ora abbiamo la rete, ma non so fino a che punto ne potremo usufruire. Se hai letto ciò che ho scritto a proposito dell’acquisto di questa dimora e di come ha fatto per diventare ricco, ti sarai fatto un’idea. Nessun uomo di sinistra, almeno a mia conoscenza, ha fatto altrettanti imbrogli. Ciao Marco. Se ho capito bene scrivi da lontano. Mi ha fatto piacere incontrarti, e anche se non ti piaccio perchè sono di sinistra, ogni tanto vieni a trovarmi lo stesso. Un saluto carissimo.

      1. Non e’ vero che non mi piaci! Ho tanti amici di sinistra, in oltre mio Padre che stmo tantissimo e’ di sinistra. Avere idee diverse non ci deve allontare ma aiutarci a costruire un Italia migliore. Accetto volentieri una buona idea, che sia di sinistra o destra, non ha importanza. Io credo negli Italian in generale. Ciao

  10. Sono contenta, Marco, di non dispiacerti. Magari vieni a trovarmi in un post più recente. Intanto un saluto carissimo e un abbraccio. Ciao

  11. Preciso che non sono un berlusconiano,anzi voto a sinistra da molti anni(ahimè)…ma non vi rendete conto che quest’uomo é un genio?si può discutere per tutta la vita sui suoi metodi,ma cosa cambia?lui è stimato dalla gente perché la maggior parte degli italiani si comporterebbe esattamente come lui e lo apprezza per la sua capacitá di ottenere sempre ciò che vuole.questo é il paese in cui viviamo,quindi o ci abituiamo oppure andiamo a vivere altrove.

    1. Il guaio sta proprio nel fatto, come dici tu, che la maggior parte degli italiani ragiona come Berlusconi. Ha assorbito il berlusconismo, il sistema che frega gli altri, il sistema che evade le tasse, il sistema che “mi faccio gli affari miei e degli altri me ne frego”. In questo modo il paese è cambiato e cambierà al punto che solo i poveri operai, i poveri pensionati ed i poveri impiegati da due soldi, manterranno lo stato sociale (sanità, scuola, servizi pibblici). Adesso anche chi evade e fa il furbo, pretende di usufruire del 118, pretende che la strada della sua città sia illuminata e asfaltata e così via. In questo modo le tasse dei poveri cristi aumenteranno, finchè non ce la faranno più a coprire tutte le esigenze ed allora si provvederà alla privatizzazione selvaggia di tutto. La conseguenza sarà un enorme popolo di poveri che dovrà pagarsi assicurazioni impossibili per la sanità, il costo esagerato per mandare i suoi figli a scuola e così via. In 20 anni Berlusconi ha distrutto 60 anni di progresso sociale.
      Non c’è da stare allegri e neppure da rassegnarsi, per quanto mi riguarda.
      Grazie Marcos del commento, anche se l’argomento, almeno per me, è molto triste. Ciao, arrivederci.

  12. Cercando di informarmi sul “furto” di villa San Martini(Arcore) ho trovato questo blog.
    Devo dire che mi rispecchio in pieno nel pensiero di speradisole. Purtroppo però tante persone sono sorde e cieche.
    Sono della bella Firenze ma vivo a Bologna, con una coinquilina 35enne sarda che la mattina accende la tv su canale 5 e prima di andare a letto la spegne. La sua vita è fare la commessa e guardare la tv (canale 5) non sà il nome di un ministro o di un giornalista o di un giudice, non conosce lo straccio di una legge ma ti cita a memoria tutti i concorrenti del grande Fratello dalla prima alla decima edizione, non le sfugge un tronista e si appassiona alle pantomime di amici.
    Lei è l’intestataria del contratto di affitto e quando ci è stato notificato lo sfratto (contratto 4+4) per vendita dell’appartamento il propietario le ha detto che doveve firmare un foglio in cui diceva che non era interessata all’acquisto della casa e che quindi lui poteva vendere a terzi.
    Ovviamente è stata raggirata in quanto alla scadenza dei primi 4 anni si può mandare via l’inquilino, e quindi sciogliere il contratto, solo per esigenze familiari, ovvero se la casa serve al prorietario o ad un familiare; oppure se necessita di impellenti ristrutturazioni che ne minano l’abitabilità.
    Lui le ha fatto firmare un foglio in cui lei dichiara che vuole andare via.

    Cosa c’entra questo con Silvio? Forse niente, o forse tutto.
    Sarà un caso che una che si nutre di solo Biscione non sà neanche informarsi sui propri diritti nel momento che firma in contratto?
    Come Silvio il propietario è sempre gentile, sorridente e carino nei modi, ergo lei si fida, lui è buono e quindi perchè preoccuparsi?
    Lui ci dice come e cosa bisogna fare.
    Ovviamente io, senza contratto, non avendo voce in capitolo sono stata avvisata a cose fatte.

    Questo esempio mi sembra la trasposizione, in piccolo di quello che fanno gli italiani con Berlusconi, e mi fà veramente tanta tanta tristezza.
    Aveva ragione Montanelli, grande uomo, non di sinistra. Lui aveva previsto tutto e per fortuna sua la sua vita si è spenta prima di questo scempio.

    1. Purtroppo il comportamento della tua coinquilina sarda, perdutamente innamorata solo di canale5, è comune a tante persone.
      Il tipo di trasmissione su cui i canali berlusconiani fanno leva serve per cancellare qualsiasi pensiero “critico” e qualsiasi informazione utile al cittadino.
      L’ignoranza la fa da padrone, e così i furbi, coloro che vogliono marciarci sopra alle cose, e ovviamente guadagnarci in nero, evadere le tasse e via dicendo, la fanno franca, proprio per l’ignoranza del cittadino dei suoi diritti.
      Non per nulla Berlusconi ce l’ha a morte con l’unico canale che tenta di informare ed è rai3, e vorrebbe cancellare totalmente la stampa che non gli si inchina.
      Quando agli industriali disse di non fare “pubblicità” dei loro prodotti sui giornali comunisti e comunque definiti “di sinistra”, lo disse proprio con lo scopo di strozzare dal punto di vista finanziario, quelle poche voci.
      La famosa legge bavaglio, l’impedire le intercettazioni ai magistrati, serve proprio a Berlusconi, per ingannare la gente, far sì che rimanga ignorante e fare proliferare i furbi e furbastri che in questo clima campano benissimo e fanno soldi.
      Da queste persone trae origine la fortuna “elettorale” di Berlusconi. Cosa che in qualsiasi altro paese farebbe scandalo e l’individuo più spregiudicato che l’Italia abbia mai avuto, sarebbe in galera da un pezzo, per tutte le evasioni fiscali che ha fatto e per tutte le corruzioni che ha compiuto.
      Ma noi, nonostante Napolitano dica che abbiamo gli anticorpi per vincere questo strapotere, non siamo capaci di reagire, proprio perchè imbambolati dalle fandonie, dalle furbesche trasmissioni che incantano quelli che non vogliono pensare.
      E sono tanti.
      Ti ringrazio Elisa, ti faccio auguri cari perchè tu possa trovare una sistemazione più adeguata a te stessa, e, se ne hai voglia, ti aspetto su altri post.
      Ti ho risposto un po’ tardi, ma ho fatto una decina di giorni di vacanza.
      Un abbraccio. Ciao.

  13. Traggo dall’articolo:
    “Rinnovamenti, ampliamenti, miglioramenti, cambiamenti costosi, effettuati in una dimora “coperta da segreto di Stato” e quindi tutte spese a carico del “solito” contribuente, vale a dire: a carico nostro.”

    Cosa vuol dire dimora coperta da segreto di stato? Che vuol dire ch ele spese sono a carico del contribuente?

    1. Per decreto (6 maggio 2004) tutte le case di Berlusconi, dei suoi familiari e parenti, sono sottoposte a “segreto o vincolo di Stato” ciò significa che nessuno, nemmeno la magistratura può indagare su di esse.
      Ti consiglio di leggere
      http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2005/02/19/segreto-di-stato-per-decreto-su-tutte.html
      Per quanto riguarda i finanziamenti di tutti gli ampliamneti che sta facendo in tutte le sue case, da villa certosa ad Arcore, sono i Comuni che hanno dato soldi a Berlusconi e quindi tutte le migliorie (o pegioramenti) che sta facendo alle sue case, sono a carico dei cittadini.
      Ciao Elisa. Un caro saluto.

  14. cara Sole,questa è una delle prime cose schifose che ho cercato di discutere con la rete,sopratutto perché sapevo bene della ragazzina, e del perché aveva perso i genitori e su come li aveva persi e di come Previti(il famoso avvocato corrotto poi condannato e con Berlusconi fin dalla discesa in campo)aveva agito alle spalle della stessa – per inciso la banca con cui inizia i suoi lavori da palazzinaro è la Rasini una banca privata dove il padre faceva il cassiere,chiaro?il cassiere,i veri soldi arrivano dalla Svizzera e strane società che nemmeno il tribunale di Milano c’ha mai ben capito “l’assamble” della composizione,anche se si conoscono i soci sulla carta,non si conoscono quelli occulti(oddio NON CI VUOLE MOLTO SAI)dai lavaggi mafiosi che avvengono all’interno di quella banca ,soldi dei mafiosi siciliani catanesi e palermitani ,ma se vuoi puoi trovare i documenti dei fatti scritti in tanti libri anche se ormai introvabili(pre -Mondadori dove anche quell’affare come sai è stato un malaffare ancora presente in discussione a sentenza definitiva al Tribunale a Milano con cause su cause e forse i veri padroni la spuntano ma solo oggi dopo oltre 25 anni)
    ma nel 1964(come vedi molto prima e lui giovanissimo,solo 28 anni)il nanaccio manda sul lastrico intere famiglie di piccoli artigiani che aveva assoldato per le rifiniture d’opera della sua prima serie di “palazzinate” società Edilnord,di cui conserva ancora oggi nome e società “UN complesso di palazzi ancora in pied(Almeno quello)A POCHI PASSI da Milano e da quello che poi è diventato Milano 2 -Come vedi se scrivo il lupo perde il pelo ma non il vizio,c’è una ragione,fai conto che la prima volta che l’ho visto era il lontano 1975 e Milano due era in pieno fermento di costruzione(nonché in perenne lite con i Bonomi-Bolchini che nello stesso periodo stavano costruendo non lontano da Milano 2 altro quartiere residenziale simile )e poi mille e altre mille storie che viaggino dagli anni 80 fino alla discesa in campo,1993 ,il resto è storia d’oggi ,poverino l’ha fatto per noi,capisci,per noi mica per se stesso e per la sua ENORME famiglia da sfamare e che viaggia in Jet privè,e tutti vogliono fare viste sciccosissimi,alle spalle del popolo ,se la vedi con gli occhi di un uomo di 2/300 anni fa non c’e molta differenza da come stava il popolo di ieri con il re,i suoi cortigiani e cortigiane da mantenere grazie al lavoro di un popolo sfruttato a dovere,che paga tasse a iosa per mantenere alcune migliaia di persone nel lusso più sfrenato

    in quanto ai libri che parlano di lui ne ho una marea ma è solo per questioni di ulteriore approfondimento idee e non certo perché non conosco sto lupo

    http://friendfeed.com/gabrybabelle

  15. e poi dicono che la figiia del nano,la nanessa, è una con i controcojoni,e già SIAMO BRAVE TUTTE a fare cosi-Ritrovarsi in mano un’azienda che fattura miliardi senza aver fatto un cazzo di sforzo ,e poi chi lavora per lei ne parla solo male una strz di prima categoria sai genere “lei non sa chi sonO IO”si una che per farsi ingroppare da qualcuno ,oltre a mille mila interventi chirurgici (e si vedono tutti)s’è presa un gay strappandolo dalle braccia di un’altr…….o…..questo secondo commento cara sole leggilo ma poi cancellalo sai non si sa mai,gli stronzi girano girano girano,

  16. Sole se ti vuoi informare meglio leggi questo link

    http://it.wikipedia.org/wiki/Citizen_Berlusconi

    parla di un film che nel 2001/2002 cercavamo inutilmente di far passare sulla rete-
    Non c’era YouTube,e l’unico modo era di farlo girare era grazie agli Hosting Server stranieri,poi finalmente qualcuno comincio a farlo girare sulla rete a pezzetti fino a quando lo si editò in un vero e proprio DVD da far girare- Be fin da allora cercammo in tanti di farlo girare in Divx un formato più leggero e semplice da mettere in rete-poi nel 2004 o 2005 non ricordo bene,ne parlò Grillo , Ora con tutto quel che ha combinato dopo il 2002/2003 è diventato persino obsoleto e leggero rispetto ad oggi. Ad ogni modo c’era un sito di Anarchici che grazie ai server proprietari ,guarda caso anche quelli nella tranquilla e pacifica Svizzera,che caso è ,vedi wikileaks costretta a migrare i suoi server hosting in svizzera,QUEL sito te lo faceva scaricare
    in vari formati anche sto’ parlando di pochi anni fà,c’erano almeno qui in Italia,

    velocità di collegamento al download da pura tanto erano lenti(capisci perchè la famiglia del nanazzao vuole mettere le mani sulla rete web,c’è scritto anche nei documenti di wikileak e la cosa mi fa incazzare visto che proprio l’argomento nano e la rete mi ha visto in prima linea nel diffondere la questione e non oggi ma almeno due o tre anni fa- oggi tutti scoprono l’acqua calda

    e ad ogni buon conto io il film
    per intero lo possiedo fin dal 2002,sia in inglese che nella sua traduzione in Italiano-

    Ovviamente mai nessuna tv l’ha fatto passare,ma in rete se ti va di vederlo lo
    trovi per vederlo sia per scaricarlo

    se trovo i link te li passo

  17. È invece andato in onda sul canale satellitare Current TV il 22 giugno 2009, con alcuni contenuti aggiuntivi prodotti dagli autori per l’occasione[1].

    ma come vedi SOLO nel 2009 dopo tanti anni da che gli Americani svedesi etc etc lo avevano visto e quindi conoscevano bene fin da allora chi era costui

  18. qui lo puoi vedere a pezzi su Y.T.(SONO SEI VIDEO)
    Ahhhhhh Y.T. fosse stato possibile nel 2001…

    e comunque non è che siccome l arete l’ha trasmesso sono tanti lgi italiani che l’hanno visto o comprato in seguito il dvd

    1. Ti ringrazio Gabry di tutte le informazioni. Sono preziose e importanti. Temo però che scalfiscano poco la corazza dura del nanerottolo.
      Solo che se la gente, fosse stata attenta, non avrebbe mai votato un essere del genere. Invece ha dato da bere a tutti che lui era la novità ed il sogno degli italiani.
      Ma il motivo lo sappiamo bene, salvarsi dai debiti e fare pagare a noi il suo “improvviso enorme srricchimento”.
      Quello che ci frega è sempre la mancanza di verità e di notizie e forse anche una certa superficialità nell’ascoltarle.
      In quanto al film su current l’ho visto varie volte, ogni tanto current fa vedere le prodezze del palazzinaro e fa venire il voltastomanco a pensare che impunemente sta lì, su quella sedia e la sfrutta, per i suoi interessi.
      Non paga un euro e si arricchisce, non paga le tasse e si abbuona milioni e nilioni di multe, non paga un euro e si regala, coi soldi nostri, un’isola ia caraibi, corrompe e non va davanti ai giudici.
      Comunque debbo dire che l’aspetto fisico è tremendo.
      Il gonfiore che ha, secondo me, denota una disfunzione renale o quantomeno un dismetabolismo. Sviene molto spesso, indice di lipotimia cerebrale, assai sospetta.
      E checchè ne dica, è costretto a stare sempre peggio, la vecchiaia non perdona nessuno.
      Penso che sia un peso tremendo per uno che non vuole nè invecchiare nè tantomeno morire.

      In ogni modo da oltre vent’anni imperversa in questo paese, con la sua materialità, l’egocentrismo e scarsa cultura ha surclassato tutti noi, con l’aiuto anche della sua pessima televisione.
      Non lo stimo, e non mi piace, l’ho detto tante volte e non mi piace neppure la sua figliolanza se, come pare, assume gli stessi toni e la stessa supponenza.
      Ciao Gabry un abbraccio.

  19. “Rinnovamenti, ampliamenti, miglioramenti, cambiamenti costosi, effettuati in una dimora “coperta da segreto di Stato” e quindi tutte spese a carico del “solito” contribuente, vale a dire: a carico nostro”

    Non ho capito… essendo dimora coperta da titolo di stato paghiamo noi??? Non è una residenza privata???

    1. Per quanto riguarda i finanziamenti di tutti gli ampliamneti che sta facendo in tutte le sue case, da villa certosa ad Arcore, sono i Comuni che hanno dato soldi a Berlusconi e quindi tutte le migliorie (o pegioramenti) che sta facendo alle sue case, sono a carico dei cittadini.
      Ciao Elisa. Un caro saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: